Lazio, Klose gol senza tempo. Ora è caccia a Pandev

Lazio, Klose gol senza tempo. Ora è caccia a PandevKlose abbracciato dai compagni (agf) ROMA – Il passaggio a Lulic, quello di ritorno dettato nello spazio. Il controllo, poi la prima finta. A seguire la seconda, la terza, fino al punto di far cadere a terra un gigante come Handanovic, beffato subito dopo con una carezza che si trasforma in un delicato pallonetto. Così, dopo appena otto minuti di partita contro l’Inter, Miroslav Klose ha messo la firma sull’incontro con la sua terza rete in carriera ai nerazzurri, ancora una volta decisiva, come nei primi due casi.

LA FIRMA DI KLOSE SUL “MURO DEI CAMPIONI” FIFA – Il gol è stato solo il suggello di una prestazione di altissimo livello, fatta di corsa, tackle, sponde, duelli aerei vinti e della consueta intelligenza tattica messa al servizio della squadra. Un campione senza tempo, Miro Klose, che a 38 anni da compiere il prossimo 9 giugno, ancora sa come risultare decisivo a suon di gol, rappresentando la Lazio nel mondo. Nel pomeriggio è andato in Svizzera, invitato d’onore per mettere la firma sul celebre “Muro dei Campioni” nel Fifa World Museum, che raccoglierà le firme dei campioni del Mondo. Un altro riconoscimento per una leggenda vivente del calcio internazionale, che all’Inter potrebbe aver segnato l’ultimo dei 62 gol complessivi realizzati finora con la Lazio, la squadra di club con la quale ha giocato (169 presenze) di più in carriera, davanti a Bayern Monaco, Kaiserslautern e Werder Brema (rispettivamente 150, 147 e 131).  ALTRE DUE PARTITE PER RAGGIUNGERE PANDEV… E IL WERDER BREMA – Avrà altre due partite (Carpi e Fiorentina) per migliorare ulteriormente il suo score personale: gli basta un’altra rete per pareggiare i 63 gol complessivi realizzati con il Werder (attualmente la squadra con la quale ha segnato di più) e due per raggiungere Pandev (a 64) al primo posto nella classifica dei cannonieri stranieri più prolifici di sempre con la maglia biancoceleste: “Non posso essere il primo in tutte le classifiche, può rimanere anche lui in vetta”, ha spiegato Miro con il sorriso. Certo, si tratta di record ben diversi da quelli stabiliti con la maglia della nazionale tedesca (di cui è il cannoniere più prolifico di tutti i tempi con 71 gol) e nella storia dei campionati del mondo (anche qui il migliore con 16 reti realizzate nella fase finale) mettendo alle spalle gente come Gerd Muller e Ronaldo, “Il Fenomeno”. Ma Klose proverà a battere anche questi, c’è da starne certi. ss lazio

serie A
Protagonisti:
miroslav klose

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 348 volte