Juventus, accordo fatto con Allegri. John Elkann: ”Il futuro è con lui”

TORINO – E’ tutto fatto. Limati gli ultimi dettagli, mancano soltanto la firma e l’annuncio ufficiale, attesi entro la giornata. Massimiliano Allegri ha prolungato fino al 2018 il suo contratto con la Juventus. Lo scudetto, il secondo in due anni sulla panchina bianconera, vale al tecnico livornese un corposo aumento dell’ingaggio, che passa da 3,5 a circa 5 milioni, il più alto della Serie A.

Incassata la fiducia dello Stadium (“25 campioni, un uomo vero: Max Allegri vero condottiero”, lo striscione esposto in curva domenica scorsa, durante Juve-Carpi”), oggi il tecnico è stato di fatto confermato da John Elkann: “Allegri lo scorso anno ha disputato una stagione molto importante e quest’anno ha dimostrato di essere un grande allenatore. Il nostro futuro è con lui, abbiamo molta fiducia per quello che verrà. Lo scudetto più bello? E’ sempre il prossimo, quello che verrà. Abbiamo raggiunto un traguardo importantissimo, quello dei cinque titoli di fila. Ci abbiamo creduto anche nei momenti più difficili. La squadra ha dimostrato carattere e ha fatto una stagione straordinaria”. Il presidente di Exor, la “cassaforte” della famiglia Agnelli, ha speso parole al miele anche per Pogba: “Paul è un grande giocatore, e come tutti i suoi compagni è concentrato sulla finale di Coppa Italia, dopodiché penserà agli Europei in Francia”, ha aggiunto John Elkann.

Il “sì” di Allegri era nell’aria da un po’. “Il rinnovo di Allegri? Una formalità”, ha assicurato negli ultimi giorni l’ad Beppe Marotta. “Se avessi voluto andare via, lo avrei detto un mese fa”, aveva precisato lo stesso allenatore, spegnendo definitivamente le voci che lo volevano prima al Chelsea e poi al Real Madrid. Più del “vil denaro”, per dirla con Marotta, il “Conte Max” ha chiesto alcune garanzie tecniche, a partire dalla conferma di Dybala e Pogba (“100 milioni o Pogba? Tengo Paul”), due pedine fondamentali per tentare l’assalto al primato assoluto del sesto scudetto consecutivo e soprattutto a quella Champions League che il club bianconero non vince da venti lunghi anni. 
 

juventus

serie A
Protagonisti:
massimiliano allegri

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 261 volte