Hysaj, Koulibaly ed Insigne: gli agenti all’assalto del Napoli

Prima di tutto vuole Klaassen. Il Napoli si muove. E lo fa in grande stile. Il secondo posto oltre alla gloria, porterà anche tanti milioni. Ma anche il terzo, rispetto al passato, garantisce un paracadute di circa 10 milioni. Perciò quest’anno, rispetto alle due ultime estati, la campagna acquisti azzurra è popolata di nomi di primissimo piano, oltre a un viavai di giovani di prospettiva. Nei programmi della troika (De Laurentiis, Chiavelli e Giuntoli) c’è da tempo l’esigenza di rinforzare adeguatamente la rosa con almeno due difensori, due centrocampisti e un attaccante di alto livello. Poi, strada facendo si vedrà: perché occorrerà fari i conti che le eventuali partenze di Gabbiadini, Albiol o altri.Il Napoli è alla ricerca di pezzi pregiati. In cima alla fantasia c’è di sicuro quello di Davy Klaassen. I sondaggi con l’Ajax non sono mancati neppure in queste ultime settimane. L’affare sembra in dirittura d’arrivo ma è chiaro che non è ancora concluso. La missione ad Amsterdam di Giuntoli partirà solo dopo la gara col Frosinone. Con la Fiorentina è in corso un discorso molto ampio: il Napoli vuole Vecino e Kalinic ed è pronto a fare uno sforzo enorme per andare incontro alle richieste dei Della Valle. La Fiorentina, per ora, ha soltanto ascoltato. La logica fa credere che tutto venga rinviato a fine campionato.Nelle ultime ore, complice anche il suo procuratore, Vrsaljko è stato nuovamente offerto agli azzurri. Si vedrà. Il Napoli, insomma, è alla finestra anche per un bel po’ di giovani talenti: da Ionita a Lapadula, da Mammana a Zielinski. La difesa va blindata: difficilmente resterà Chiriches, De Laurentiis andrà su Maksimovic ma sa bene che il lungo tira e molla si sbloccherà solo se Cairo dovesse aprirsi all’affare. Più probabile il blitz per Tonellidell’Empoli. Ma il Napoli, quando la stagione ufficiale sarà conclusa avrà un bel po’ di grane da risolvere. Non solo l’incontro per stabilire il futuro di Sarri, ma a Castel Volturno, a caccia di «udienza», busseranno in tanti. Tra i primi Mario Giuffredi, l’agente di Hysaj che ieri a Radio Crc, ha anticipato che «dopo un anno sono cambiate tante cose: si è messo in mostra, è diventato una certezza ed è chiaro che certe situazioni vanno riviste».Il procuratore di Koulibaly, Satin, ha lasciato intendere di attendersi un prolungamento dell’attuale contratto che scade nel 2019. «Lavoriamo per trovare un’intesa», ha spiegato qualche giorno fa. Insomma, con la fine del campionato arriva la fase di quelli che, uno dietro l’altro, sono pronti a cercare di strappare un aumento dello stipendio. Torneranno a Castel Volturno, con questa intenzione, anche i due procuratori di Insigne: non hanno mai nascosto che è da tempo che aspettano un incontro per definire un nuovo contratto e per capire se Lorenzo sarà al centro o meno del progetto tecnico.Un’altra questione dietro l’angolo è quella relativa a Gonzalo Higuain: la stella del Napoli ha un contratto che scade nel 2018.

fonte: ilmattino.it

Commenti