Sarri inquieto prima del gol di Zaza: incessante avanti indietro davanti la panchina

SarriJuventusStadium

Un Napoli in maglia rossa che risulta spuntato quindi, con la sua stella più “produttiva” che non riesce ad emergere in una partita giocata più sul livello psicologico che su quello fisico e in cui ogni dettaglio è studiato a fondo e nulla lasciato al caso. Sarri, con l’immancabile mozzicone di sigaretta in bocca, è irrequieto: si alza e si siede in panchina in continuazione, in un incessante avanti-indietro che tradisce il suo nervosismo e spesso lo fa accomodare a metà strada, sui gradini. Il motivo è semplice da immaginare: manca il gol. Anche Higuain si lamenta con i compagni: li vorrebbe più alti, vorrebbe che gli servissero più palloni. E proprio la furia da gol lo fa correre come un matto per cercare di recuperare ogni palla che supera la trequarti.

tuttosport

Commenti