La Juve punta Mascherano: c’è già l’intesa col giocatore

TORINO – Potrebbe essere Javier Mascherano il colpo a centrocampo della Juventus. Secondo il sito del quotidiano catalano Sport, infatti, è stato raggiunto un principio d’accordo per il trasferimento in bianconero tra il club campione d’Italia e il giocatore argentino, centrocampista e difensore centrale, che ha il contratto in scadenza con il Barcellona nel 2018, ma sarebbe pronto per una nuova avventura in un altro campionato. Anche se per il momento la società torinese smentisce, rimane il fatto che il profilo corrisponde ai giocatori cercati dal club per rinforzare la rosa. Mascherano piace per caratura, qualità e duttilità visto che può giocare in due ruoli, coprendo sia difesa che centrocampo, dove fino a novembre mancherà Marchisio. Per il giornale spagnolo Mascherano sarebbe pronto a firmare con la Vecchia Signora un contratto di tre anni, con ingaggio superiore a quello che attualmente percepisce nel club azulgrana. Per Sport al momento l’accordo è solo tra la Juventus e il giocatore (offerto un triennale da 5 milioni a stagione) e tra i due club non ci sarebbe alcun contatto in merito all’argentino. Fonti del Barça avrebbero assicurato alla redazione del quotidiano catalano che Mascherano non è sul mercato, anche perché Luis Enrique lo considera un giocatore chiave per il suo progetto tecnico. Il nazionale “albiceleste” milita nel Barcellona dal 2010 quando gli spagnoli lo ingaggiarono dal Liverpool: arrivò come regista, Guardiola lo trasformò in difensore centrale fondando il suo gioco sulle qualità dell’argentino che gli dava la possibilità di far partire l’azione della difesa.

ALLEGRI: “OBIETTIVO 6° SCUDETTO, PER CHAMPIONS SERVE ANCHE FORTUNA” – Intanto in casa bianconera si lavora già alacremente in vista della prossima stagione. “Il nostro obiettivo principale per il prossimo anno resta il campionato. Se dovessimo vincere di nuovo il titolo sarebbe il sesto consecutivo. Un traguardo importante – sottolinea Massimiliano Allegri nel corso della presentazione del rinnovo dell’accordo di sponsorizzazione con la Samsung -. Per quanto riguarda la Champions l’obiettivo è il passaggio del girone, poi dagli ottavi ci sono delle partite secche e bisognerà essere bravi e avere anche un pochino di fortuna”. Il tecnico bianconero ha inoltre rivelato che il prossimo anno la Juventus cambierà leggermente la sua preparazione precampionato. “Faremo una preparazione diversa sia per via dell’Europeo che per il fatto che la Supercoppa Italiana si giocherà a Natale – ha spiegato il tecnico livornese – Il fatto che non ci sia la Supercoppa ci darà una mano. Il 21 e il 28 agosto ci saranno le prime due giornate di campionato e poi di nuovo una sosta per la Nazionale. Per questo non avrò la fretta di rischiare di mettere in campo quei giocatori che torneranno per ultimi dall’Europeo, potrò aspettare la condizione migliore dei ragazzi”.

“HO CONSIGLIATO A MORATA DI RESTARE ALLA JUVE PER CRESCERE ANCORA” – L’occasione è stata propizia anche per parlando del futuro di Alvaro Morata, che il Real Madrid potrebbe riprendersi pagando la clausola di ‘recomprà di 30 milioni di euro. Sul giocatore ha messo gli occhi anche l’Arsenal, che avrebbe presentato un’offerta da 60 milioni al club di Florentino Perez. Allegri però lo vorrebbe anche il prossimo anno in bianconero e lo ha detto anche all’attaccante spagnolo. “Ho consigliato a Morata di restare alla Juventus, lui deve crescere ancora e questo è l’ambiente ideale per farlo – conferma l’allenatore dei campioni d’Italia – Gli ho dato un consiglio, lui ha bisogno di stare ancora alla Juventus. Innanzi tutto perché questo è uno dei club più importanti al mondo e lo ha dimostrato sempre, soprattutto negli ultimi anni, e poi perché deve crescere ancora. Morata non ha ancora raggiunto quel livello di equilibrio e di forza che un giocatore deve avere. Ha ancora 23 anni e alla Juve è cresciuto, ma visto che deve crescere ancora questo è l’ambiente ideale per farlo. Lui cosa ha risposto? Ha annuito, quindi spero che abbia capito. Ma io lo dico per il suo bene”. La Juventus, intanto, sta già lavorando per un eventuale ‘piano B’. “La società sta facendo mercato e vigilando su quelle che possono essere le alternative, ma davanti abbiamo un reparto d’attacco giovane e tutti sono nazionali. Abbiamo 10 ragazzi con il 9 davanti, nel senso che sono nati negli anni novanta, e poi abbiamo 10 giocatori un po’ più anzianotti. Questi giovani possono ancora migliorare – ha concluso Allegri – soprattutto dal punto di vista mentale”.

juventus

serie A
Protagonisti:
javier mascherano

Fonte: Repubblica

Questo articolo è stato letto 251 volte