Napoli, il blocco spagnolo non si tocca. Rinnovo e aumento per tenere Higuain

Napoli, il blocco spagnolo non si tocca. Rinnovo e aumento per tenere HiguainSarri con De Laurentiis e Giuntoli  NAPOLI – Il blocco iberico non si tocca. Il nuovo Napoli ripartirà da Pepe Reina, Raoul Albiol e Josè Callejon, considerati incedibili da Maurizio Sarri e tolti immediatamente dal mercato da Aurelio De Laurentiis, che sta lavorando piuttosto ai prolungamenti dei contratti (in scadenza nel 2017) del difensore e dell’attaccante. Le trattative con Manuel Garcia Quilon, che è il potente manager di entrambi i giocatori spagnoli, sono già cominciate e potrebbero concludersi molto presto in maniera positiva. Per il centrale difensivo si era fatto avanti con decisione il Valencia, con un corteggiamento che è stato però respinto al mittente. “Non cediamo le nostre stelle”, è stata la replica del presidente azzurro. Stesso discorso per il portiere, che giocherà con la maglia azzurra almeno per altre due stagioni e poi spera di ritagliarsi nel club un ruolo da dirigente (magari da team manager), forte della sua leadership all’interno dello spogliatoio e dei suoi ottimi rapporti con la società. Nemmeno le voci su un presunto interessamento per lui del Barcellona, trapelate dalla Catalogna, hanno fatto vacillare le convinzioni del numero 1, che in Italia si è ambientato benissimo e non sembra avere fretta di tornare in patria: anche se sta trascorrendo le sue vacanze a Maiorca.

Sono giorni di lavoro intensissimo per i dirigenti del Napoli, invece. Tiene banco il mercato, con due trattative che in questo momento sono diventate più calde e promettono sviluppi a breve scadenza: quelle per il centrocampista polacco dell’Udinese Zielinski e per l’attaccante del Pescara Lapadula, su cui De Laurentiis ha intensificato il suo pressing nelle ultime ore. Sono possibili novità positive, pure a breve scadenza. Come per il messicano Herrera, con un incontro previsto per domani con gli emissari del Porto per provare a stringere i tempi, sulla base di un’offerta da 15 milioni più bonus.

Sul fronte cessioni, al contrario, si allunga l’elenco dei possibili azzurri in partenza: Rafael, Maggio, Zuniga, David Lopez, Valdifiori, De Guzman, El Kaddouri e Gabbiadini. Il club conta di ricavare dalle loro partenze un tesoretto da almeno 35-40 milioni, che si aggiungerà ai ricchi introiti garantiti dal ritorno in Champions. I soldi in cassa non mancano, insomma. Si spiega anche così l’ottimismo per la conferma di Gonzalo Higuain, a cui sarà offerto presto il prolungamento del contratto fino al 2020, con un ingaggio da 7.5 milioni a stagione.

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
Maurizio Sarri
aurelio de laurentiis

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 386 volte