Zona rossa: il calendario della lotta salvezza

Ma Udinese e Cagliari non possono stare tranquille

La matematica non le preserva ancora da brutti scherzi, il buon senso ci dice che per queste due è quasi fatta. Udinese e Cagliari, appaiate a 33 punti, non vivono certo un buon momento, ma vivono “di rendita” grazie a ciò che sono riuscite ad accumulare in fasi migliori del loro campionato.

L’Udinese non è ancora uscita da un tunnel adesso lungo 11 sconfitte di fila. Ultima vittoria a fine gennaio (1-0 con il Genoa), nei mesi di febbraio, marzo e aprile un solo punto, lo 0-0 con il Milan prima di inaugurare la striscia da incubo. Tre mesi a stecchetto che si chiuderanno con la trasferta a Benevento, domenica 29 (con il nuovo allenatore, Igor Tudor, in panchina), e la possibilità di tornare a respirare contro una squadra già retrocessa. Non scontata, per la verità, visto l’orgoglio dimostrato dai ragazzi di De Zerbi, soprattutto in presenza del loro pubblico. Poi Inter, Verona e Bologna, un finale che dovrebbe mettere al riparo da imprevisti.

Non se la passa meglio il Cagliari, che nel 2018 (in 15 partite) ha vinto solo 3 volte: contro due squadre sotto in classifica, Benevento e Spal, e poi proprio contro l’Udinese. I rossoblu, reduci da uno 0-0 col Bologna figlio della paura di entrambe, sono attesi da Sampdoria, Roma, Fiorentina e Atalanta. Non il massimo, se fossero stati con l’acqua alla gola. La vera fortuna di Udinese e Cagliari è che ci sia chi è messo peggio di loro. Ne hanno ancora 4 sotto e, salvo ribaltoni incredibili, i nomi delle due retrocesse insieme al Benevento usciranno da quella cerchia ristretta.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 162 volte