Juventus, per Pogba si scatena l’asta: duello Real Madrid-Manchester United

Paul Pogba (agf) TORINO – Mourinho sfida Zidane per Pogba. In Spagna e in Inghilterra assicurano che il Manchester United sta dando battaglia al Real Madrid per il fuoriclasse francese. Secondo il Sun, i Red Devils hanno avanzato un’offerta ufficiale da 75 milioni di euro, poi rilanciata aggiungendo sul piatto il cartellino di Darmian, pagato 15 milioni l’estate scorsa. Pochi, per una Juventus che avrebbe già respinto la proposta, pur continuando a seguire l’esterno azzurro, l’eventuale sostituto di Lichtsteiner. Si tratta di qualcosa in meno dell’offerta-choc da 100-120 milioni in arrivo dai merengues, decisi a soddisfare la “obsesión” di Zidane per il suo connazionale. A detta del Daily Mail, inoltre, a Madrid sarebbero pronti a sacrificare anche Isco, pur di arrivare al gioiello più brillante della Signora. E’ vero, il Real non ha un gran rapporto con l’agente Raiola, al quale secondo Sky Sport non basterebbero gli 8-9 milioni di ingaggio proposti dagli spagnoli al suo assistito: ne pretende 13. I campioni d’Europa possono però contare sul gioco di sponda dell’Adidas, che griffa entrambe le parti. Insomma, come se non bastassero gli Europei alle porte, con Pogba eccellenza di una Francia protagonista annunciata, anche la possibilità che si scateni un’asta internazionale gioca a favore dei conti bianconeri. La Juve, è giusto ribadirlo, non vorrebbe privarsi del suo numero 10, pietra angolare di ogni architettura ad uso Champions. Ma difficilmente potrà resistere a certe cifre. Nè, tantomeno, rintuzzare la volontà del giocatore di andare a guadagnare più del doppio in Liga o in Premier.

In caso di sfida Real-United, con il Barcellona terzo incomodo, il club di Florentino Perez partirebbe in netto vantaggio per motivi economici, tecnici e… ambientali. Pogba non vuole prendersi particolari rivincite con il club che nel 2012 lo tagliò, lasciandoselo scippare a costo zero dalla Juve. Non è affatto attratto dall’idea di tornare in quell’ufficio del centro sportivo di Carrington dove mamma Yeo ha recentemente rivelato che il suo pargolo pianse, ferito dal no di Ferguson. Molto meglio i derby con l’amico e compagno di stanza in ritiro Griezmann (“mi hermano, El Gringo”, come è stato ribattezzato in un video postato ieri su Instagram da un Pogba già spagnoleggiante), la stella dell’Atletico Madrid. Di fatto, la sfida tra Zidane e Mourinho è comunque destinata a proseguire, con Allegri spettatore interessatissimo. Adesso è più chiara la smorfia che il “Conte Max” abbinò a un traballante “sì” in risposta alla domanda secca di Fabio Fazio: “Ma Pogba resterà?”.

 

juventusReal MadridManchester United

Protagonisti:
paul pogba

Fonte: Repubblica

Commenti