Il 18 e il 19 giugno a Fontenovella di Lauro: “C’era una volta al borgo…” con antichi mestieri e sapori, i canti del Sud e la musica degli Spaccapaese

Torna a Fontenovella di Lauro – AV, C’era una volta al borgo (alla riscoperta di antichi mestieri e sapori), la manifestazione organizzata dall’ Associazione Culturale Fonte Nova e giunta alla sua 4° edizione. Il grande riscontro avuto negli anni passati ha indotto anche quest’ anno, la suddetta associazione operante nel territorio di Lauro (AV), a organizzare un evento incentrato sulle antiche tradizioni del luogo  in cui protagonisti saranno: antichi mestieri, antichi sapori, le danze folk locali, la musica popolare, le tammurriate e i canti contadini.

L’ Associazione organizzatrice si propone di recuperare la memoria del tempo che fu e di tramandare i tesori che la storia consegna ai posteri … Questo è il motivo per cui, oltre che come evento enogastronomico, “C’ era una volta al Borgo” si propone come evento culturale: le mostre, le esposizioni di antichi attrezzi, i filmati-racconto in cui le donne di un tempo narrano la loro vita genuina fatta di sacrificio e ricchezza interiore, l’ allestimento rustico, l’ apertura al pubblico di antichi portoni, cantine … ambienti … rientrano in un progetto che punta a proiettare l’ ospite in una dimensione remota e a fargli apprezzare la genuinità della vita contadina di un tempo.

Intrattenimento:

– 18 giugno: “CANTORI DEL VALLO” e la loro musica popolare

– 19 giugno: “GERARDO AMARANTE E GLI SPACCAPAESE” con le tammurriate e i suoni del Sud

– 18 e 19 giugno: “I Lazzari Felici” con la loro posteggia napoletana

– 18 e 19 giugno: Danze folk

– 18 giugno: spettacolo giocoliere – trampoliere

L’evento si svolge nelle ore serali, a partire dalle ore 21.00 fino a mezzanotte

Altre iniziative e sorprese attendono l’ ospite. Aggiornamenti su Facebook: C’era una volta al borgo – Fontenovella di Lauro/AV; su Twitter: @FonteNovaAss

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!