Napoli, per Higuain settimana verità. Primo incontro con la Juve

Gli azzurri in allenamento a Dimaro (lapresse) DIMARO – Scendono in campo anche i compagni, dopo i cori dei tifosi sulla tribunetta dello stadio di Dimaro. Tutti per Higuain. “Speriamo che rimanga con noi, gioco con il Pipa dai tempi del Real Madrid e so come la pensa: non gli ho mai sentito dire che vuole andare via da Napoli e tanto meno che sta pensando alla Juve. Sono solo voci che girano, niente di più…”, ha provato a minimizzare lo spagnolo Callejon, rispondendo in piazza alle domande di un giovane sostenitore azzurro. C’era curiosità di scoprire l’opinione di Reina: uno dei leader dello spogliatoio. Dopo il blackout mediatico dei giorni scorsi, però, il portiere è stato costretto a lasciare per qualche ora il ritiro per un infortunio muscolare, che gli ha impedito pure di prendere parte alla seduta di allenamento di stamattina. Gli esami medici effettuati a Cles hanno tuttavia fugato il timore di un incidente grave. Non si tratta di uno stiramento, per il completo recupero basteranno pochi giorni di riposo.
Buon per il Napoli, che ha già i nervi tesi per il caso Higuain. “Per noi è importante: come compagno e come cannoniere, speriamo proprio di non perderlo”, ha auspicato Jorginho. “Io l’ho affrontato solo da avversario e mi piacerebbe molto avere il Pipita dalla mia parte, ma daremo comunque il massimo per portare in alto il Napoli, eventualmente anche senza di lui”, ha promesso il nuovo acquisto Tonelli, meritandosi l’applauso dei tifosi. Per adesso è lui l’unico dei rinforzi già a disposizione di Sarri. Giaccherini ha firmato il contratto ed è ripartito per le vacanze. Domani dovrebbe essere invece annunciato l’arrivo di Davide Santon dall’Inter,  ormai concluso. De Laurentiis sta scommettendo sul made in Italy, puntando su giocatori che conoscono già bene le trappole della serie A. Ma il giudizio sul mercato azzurro è congelato, in attesa del braccio di ferro con la Juve. Domani mattina, durante la assemblea di Lega a Milano, il presidente dovrebbe incrociare il dg dei campioni d’Italia, Marotta. Inizia la settimana della verità, per la clamorosa cessione del campione argentino. Higuain è sulle spine e ha più fretta di tutti. Se la fumata bianconera non si materializzerà in fretta, infatti, il 25 luglio il Pipita sarà costretto a presentarsi nel ritiro di Dimaro. Da separato in casa. ssc napoliserie A

Fonte: Repubblica

Commenti