Inter, schiarita Mancini-Ausilio. Thohir: “Resta il nostro tecnico”

Inter, schiarita Mancini-Ausilio. Thohir: "Resta il nostro tecnico"Roberto Mancini a colloquio con il presidente Erick Thohir (ansa) MILANO – I casi Icardi e Mancini restano vivi in casa Inter. Il presidente Erick Thohir, visto il caos scoppiato negli ultimi giorni, ha cercato di chiarire alcuni concetti. Lo ha fatto almeno a parole, se poi seguiranno i fatti è ancora da scoprire. “Mancini è il nostro tecnico, credo molto nel suo lavoro. Qui stiamo lavorando tutti insieme, nei prossimi due giorni ci incontreremo ancora per darci supporto l’uno con l’altro”, ha detto il tycoon a Inter Channel confermando la volontà di incontrare l’allenatore per tentare di ricucire lo strappo. Il numero uno di corso Vittorio Emanuele non ha dimenticato di sottolineare alcuni concetti sul mercato, tema caro al Mancio, confermando: “New York è bellissima, ma non siamo qui in vacanza. Abbiamo discusso con il management e con Suning di come rinforzare la squadra: abbiamo ceduto alcuni giocatori e portato nuovi acquisti validissimi per completare la rosa dei 21 per l’Europa League. È abbastanza? No, Suning e noi come dirigenza vogliamo rafforzare la squadra ancora di più per essere competitivi in Serie A e raggiungere i nostri obiettivi, tra cui quello di tornare in Champions League”.

Nel mentre, ad avere un primo contatto con il tecnico è stato il direttore Piero Ausilio. Il dirigente interista, poco dopo essere sbarcato negli States, ha fatto una lunga chiacchierata con l’ex City. Indiscrezioni parlano di una leggera schiarita tra le parti, ma in ogni caso l’allarme resta sui livelli di guardia.
I problemi in casa Inter non si esauriscono con la faccenda Mancini. Da risolvere, di fatti, c’è anche quella collegata a Mauro Icardi, che a meno di ripensamenti non scenderà in campo contro l’Estudiantes (ore 2 in Italia del 28 luglio). L’attaccante avrebbe già avvertito di non essere disponibile a causa di un mal di stomaco per lo stress di questo periodo.  “Abbiamo ricevuto offerte anche dal Napoli ma non venderemo Icardi. Possiamo parlare se ci sono problemi o discutere di cosa vorremo fare insieme in futuro. È il nostro capitano”, spiega Thohir. Ma, il Napoli non si ferma e torna a rilanciare. Il terzo nel giro di tre giorni. L’ultima offerta dei partenopei è di 7 milioni di ingaggio per l’attaccante, il 100 percento dei diritti di immagine, 50 milioni all’Inter e un ruolo per Wanda Nara, moglie e agente della punta, in un programma televisivo in Italia.  “Il Napoli ha offerto 7 milioni di euro, più 3 per i diritti d’immagine a Mauro. E’ già la terza offerta che ci fa. Hanno offerto 50 milioni all’Inter”, ha confermato la signora Nara al programma argentino ‘Infama’ proseguendo:  “Tutti a Napoli vogliono Icardi: presidente, allenatore e squadra. Ma Mauro è il capitano dell’Inter.  Il film di Natale a Londra? Non posso trasferirmi a Londra, la situazione attuale non me lo permette. De Laurentiis mi ha offerto un programma sulla tv italiana. La Juventus in giugno ha chiesto Icardi all’Inter prima di prendere Higuain, ma l’Inter non lo ha lasciato”.

calcio

serie A
Inter
calciomercato
Protagonisti:
Roberto Mancini
mauro icardi
erik thohir

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 220 volte