Fiorentina, Sousa: “Siamo vivi, pensavo di poter vincere”

Fiorentina, Sousa: "Siamo vivi, pensavo di poter vincere"(ansa) TORINO – “Ho visto una squadra viva, una Fiorentina che ha dimostrato che vuole avere coraggio e che ha l’ambizione di giocarsela ed essere protagonista, anche contro una squadra che è costruita per vincere anche in Europa”. Paulo Sousa commenta la prestazione della sua Fiorentina, sconfitta per 2-1 allo Juventus Stadium nel match del debutto.

“PENSAVAMO DI POTER VINCERE” – “Mi è piaciuta la Fiorentina – continua il tecnico portoghese ai microfoni di Premium Sport – come mi piace molto la proposta offensiva che Allegri sta dando alla Juventus. Ci hanno pressato molto e bene nella prima parte della gara, ma poi tenere questi livelli e questi ritmi non era semplice, noi abbiamo guadagnato spazio e abbiamo pareggiato, poi purtroppo è arrivato il loro gol su un rimbalzo, il 2-1 ci ha tolto la possibilità di lottare fino alla fine per vincere”. Paulo Sousa pensava ai tre punti: “Io ritengo questa squadra speciale, non vogliamo essere una squadra normale, ma diversa, i ragazzi ne sono consapevoli e oggi anche contro una Juve fortissima che ci ha messo in difficoltà, noi abbiamo continuato a crederci e tutti pensavamo dopo il pareggio di poter vincere”, spiega Sousa che ammette che servirebbe un po’ di entusiasmo. “Un ingrediente sempre importante, che ti dà convinzione, ma noi non abbiamo fatto un grande pre-campionato”.

“NON PENSO AL MERCATO” – Oggi si è sentita la mancanza di Borja Valero, giocatore che la Roma continua a sognare. “Ha fatto di tutto per esserci, anche con terapie intense, non era in condizione ma domenica lo sarà. Il suo futuro? Non è una cosa che mi preoccupa, è un giocatore nostro adesso, a livello fisico domenica sarà pronto, è un giocatore importante, continuerò a lavorare con lui pensando che ci puo’ aiutare”, dice Sousa che non ha voglia di affrontare l’argomento mercato. “Sono stato molto chiaro con la società, io penso a lavorare con la rosa che ho, c’è il direttore che pensa al mercato, le decisioni che prenderanno il ds saranno quelle giuste per la società”.

“CHIESA? SI E’ LANCIATO DA SOLO” – Oggi il tecnico ha avuto il coraggio di lanciare Federico Chiesa, classe ’97, il figlio di Enrico. “Si è integrato bene, ha fatto molto bene questa settimana, ragazzi come lui possono darci tanto, noi possiamo fargli acquisire maturità, Federico ha buone qualità, credo che il suo debutto sia un passo avanti per lui e per la Fiorentina. Non l’ho lanciato io, si è lanciato da solo, ha qualità e mentalità, ha meritato l’esordio e avrà la possibilità di crescere”. In panchina Pepito Rossi, in campo solo nel finale. “Ha iniziato molto bene la preparazione, si è messo a disposizione, ha le sue capacità e ci potrà aiutare a vincere il più possibile”. Ai microfoni di Sky Sport una piccola stoccata ad Allegri: “Aveva detto che noi oggi partivamo avvantaggiati, ma con tutti i grandi acquisti che hanno fatto loro…”. Fiorentina

serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti