Empoli-Sampdoria 0-1: un lampo di Muriel rovina l’esordio a Martusciello

Empoli-Sampdoria 0-1: un lampo di Muriel rovina l'esordio a Martusciello(ansa) EMPOLI – Non fa sconti al “suo” Empoli Marco Giampaolo. Il ritorno al Castellani da avversario alla prima di campionato regala al nuovo tecnico della Sampdoria un successo che permette ai blucerchiati di iniziare con il piede giusto la nuova stagione. La condizione atletica deve ancora migliorare, ma nel gioco dei doriani si vede già la mano dell’italo-svizzero, determinato a esportare sotto la Lanterna il calcio che ha conquistato i tifosi azzurri nello scorso campionato. L’Empoli non demerita e nella ripresa costruisce almeno due ottime palle gol che potrebbero regalare il pareggio all’esordiente Martusciello, ma nel complesso la Sampdoria si dimostra più continua. Determinante risulta poi la qualità dei singoli, come testimoniato dal gol capolavoro di Muriel che decide le sorti dell’incontro. Nell’Empoli Skorupski non ha ancora recuperato al meglio dall’infortunio al gomito: a difendere la porta azzurra c’è Pelagotti. In mezzo Maiello e Buchel vengono preferiti a Diousse e Croce, mentre in avanti Martusciello si affida alla collaudata intesa tra Maccarone e Pucciarelli, con Gilardino in panchina. Nella Sampdoria Giampaolo rinuncia ai nuovi Cigarini, Bruno Fernandes e all’ultimo arrivato Dodò. Sulla corsia di sinistra, seppur non al top, Pavlovic vince il ballottaggio con Pedro Pereira.

MURIEL ROMPE L’EQUILIBRIO – I moduli speculari e la profonda conoscenza tra i due allenatori, maturata proprio nella passata stagione a Empoli, fanno sì che la partita stenti a decollare. Le squadre sono molto attente a non concedere spazi e il gioco si sviluppa per lunghi tratti di gara a centrocampo, senza che nessuno riesca a prendere il sopravvento. Nella prima mezz’ora l’unica occasione degna di nota porta la firma di Alvarez che al 5′, liberato al tiro da Linetty, vede la sua conclusione deviata in corner da un attento Pelagotti. L’azione doriana però è più fluida, mentre i padroni di casa provano spesso a scavalcare la linea mediana blucerchiata per innescare Pucciarelli e Maccarone, ma i lanci sono quasi sempre fuori misura. Dopo il botta e risposta tra Alvarez e Maccarone che non inquadrano il bersaglio, è un lampo di Muriel a rompere l’equilibrio. Al 37′ il colombiano viene servito con i tempi giusti in area e, da posizione defilata, scarica con il mancino un fendente imparabile sotto la traversa, senza lasciare scampo a Pelagotti.

PUCCIARELLI E KRUNIC FALLISCONO IL PARI – La ripresa regala maggiori emozioni, complice una condizione non ancora ottimale che porta le due squadre ad allungarsi maggiormente. Muriel si conferma l’uomo più pericoloso tra i blucerchiati: tutte le migliori iniziative della Sampdoria vedono coinvolto il colombiano. Al 55′, però, è Pucciarelli a divorarsi il pareggio, calciando fuori da posizione favorevole sul suggerimento perfetto di Krunic. La replica degli uomini di Giampaolo è affidata ad Alvarez, servito dal solito Muriel, che manda a lato di un soffio. L’Empoli prova a premere e Martusciello attinge alla propria panchina per aumentare il potenziale offensivo. Si aprono inevitabilmente spazi per le ripartenze della Samp, che non riesce a chiudere i conti. Potrebbe approfittarne l’Empoli che al 68′ ha la seconda palla gol clamorosa della partita: Krunic si lascia ipnotizzare da Viviano che devia con il piede. Nel finale, complice anche l’espulsione di Maccarone, gli ospiti riescono a controllare senza patemi il vantaggio. La creatura di Giampaolo muove già i suoi primi passi con una certa sicurezza, mentre Martusciello dovrà essere davvero bravo per sopperire alle partenze di Paredes e Zielinski, senza i quali al centrocampo empolese sembra mancare quella qualità evidenziata nella passata stagione.

EMPOLI-SAMPDORIA 0-1 (0-1)
EMPOLI (4-3-1-2): Pelagotti 6; Laurini 5.5, Cosic 6, Costa 6, Pasqual 6; Tello 5.5 (1’st Krunic 6), Maiello 5.5 (15’st Croce 6), Buchel 5.5 (36’st Gilardino sv); Saponara 5.5; Maccarone 5, Pucciarelli 5. In panchina: Zambelli, Skorupski, Diousse, Pugliesi, Barba, Pereira, Dimarco, Bellusci, Signorelli. Allenatore: Martusciello.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 6.5; Sala 6.5, Silvestre 6, Regini 6, Pavlovic 6; Barreto 6 (41’st Eramo sv), Torreira 6, Linetty 6.5; Alvarez 6.5 (16’st Schick 6); Muriel 7 (29’st Budimir sv), Quagliarella 6. In panchina: Puggioni, Dodo, Palombo, Ivan, Pedro Pereira, Fernandes, Tozzo, Djuricic, Cigarini. Allenatore: Giampaolo.
ARBITRO: Mariani di Aprilia.
RETI: 37’pt Muriel.
NOTE: serata calda, terreno in buone condizioni. Espulso al 39’st Maccarone per gioco violento. Ammoniti: Linetty, Barreto, Pavlovic, Buchel, Viviano, Saponara. Angoli: 4-2 per la Sampdoria. Recupero: 0′, 4′.

sampdoria

empoli calcio
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti