Juventus, l’azzurro costa caro: Chiellini resta fuori

Juventus, l'azzurro costa caro: Chiellini resta fuoriGiorgio Chiellini (agf) TORINO – Emergenza in corsia e allarme Chiellini. Alla vigilia di un filotto di 7 partite nei prossimi 22 giorni, a cominciare dall’impegnativo trittico Sassuolo-Siviglia-Inter, la Juventus si trova con un paio di problemi da risolvere e altrettante novità da scoprire: sabato, contro i neroverdi di Di Francesco, in regia ci sarà infatti Pjanic, al debutto ufficiale in bianconero, mentre l’attacco verrà quasi sicuramente appaltato per la prima volta dall’inizio all’attesissimo tandem Higuain-Dybala. “Ho saltato le prime due giornate per alcuni problemi fisici, ma adesso sto bene -assicura il bosniaco, reduce con la sua Nazionale da un secco 5-0 all’Estonia -. Spero di giocare già sabato”. Il “pianista” proverà a bissare la “doppia doppia” dell’anno scorso in Serie A (10 gol, 11 assist) e intanto a lasciare il segno anche in Europa: “La Champions? Ci attende un ciclo di gare molto impegnativo, spero di esserci sempre – conclude Pjanic, intervistato da Premium Sport -. L’importante è passare il girone di qualificazione: una squadra come la Juventus deve puntare a confermare i titoli dell’anno scorso cercando di fare strada anche in Europa”.

LICHTSTEINER, DAL CASTIGO ALLA TITOLARITÁ – Piccola emergenza in corsia, contro il Sassuolo: nessuno dei tre interpreti del ruolo di esterno destro è al top. Alla fine la spunterà con tutta probabilità Lichtsteiner, benché non abbia ancora il ritmo-partita: ieri ha infatti chiesto e ottenuto il cambio al 70′ di Svizzera-Portogallo (2-0), poiché esausto. Il cursore elvetico potrebbe fare staffetta con Cuadrado, impiegato soltanto negli ultimi 38 minuti di Brasile-Colombia (2-1). Il problema è che il “cafetero” non si unirà al gruppo prima di venerdì, dopo un volo intercontinentale e con il fuso orario da smaltire. Stesso discorso per il titolare del ruolo di esterno destro, l’altro sudamericano Dani Alves, il neocapitano della Seleçao che verrà risparmiato in vista della prima di Champions in agenda mercoledì prossimo contro il Siviglia. Insomma, dopo aver punito il suo flirt con l’Inter, escludendolo dalla lista Champions, la Juve è praticamente costretta a ripartire dal “ribelle” Licht.

MORATA: “CHIELLINI ESPULSO? LE MIE CAVIGLIE APPREZZERANNO” – L’altro dubbio di Allegri è legato alle condizioni di Chiellini, reduce da due prestazioni-shock con la Nazionale azzurra contro Francia e Israele. Il difensore è parso piuttosto insicuro, spaesato, preda di qualche ansia di troppo. Il tecnico livornese potrebbe decidere di lasciarlo a riposo contro il Sassuolo, affidando il suo ruolo a Rugani (o Benatia), per poi ricomporre la BBC contro il Siviglia. Tornando al Chiellini azzurro, l’espulsione che lo cancellerà da Italia-Spagna del 6 ottobre allo Stadium è stata festeggiata dall’ex compagno Alvaro Morata, contento di salvare i garretti: “Non vedo l’ora di tornare a Torino per giocare contro gli azzurri – così l’ex attaccante juventino al quotidiano As -. Abbiamo voglia di vendicare la sconfitta subita a Euro 2016. Quando ho saputo dell’espulsione di Chiellini in Israele-Italia ho vissuto un momento di felicità immensa. Gli voglio bene, Giorgio mi ha aiutato molto a Torino, ma le mie caviglie apprezzeranno la sua assenza…”. 

juventus

serie A
Protagonisti:
giorgio chiellini
miralem pjanic

Fonte: Repubblica

Commenti