Serie B, 4^ giornata: l’Avellino cade a Verona (3-1). Pareggia in extremis il Benevento a Latina. Il Cittadella strapazza il Novara

La quarta giornata di serie B comincia venerdì con l’anticipo Bari – Cesena. Squadre dalle grandi ambizioni. Stellone continua con il suo 4-4-2; a differenza del collega Drago, il quale opta per un 4-3-3 più offensivo. Un primo tempo che vede il Bari andare vicino al gol con Furlan, ma poi trova il vantaggio grazie ad un colpo di testa di Maniero al 19’. Il Cesena pur soffrendo le sfuriate dei padroni di casa, a lunghi tratti ha comunque avuto il merito di fare la partita. Nel secondo tempo la squadra di Stellone resiste al ritorno del Cesena, che ottiene il pareggio grazie ad un preciso calcio di punizione di Di Roberto al 60’. Splendido il suo tiro che lascia immobile il portiere avversario. Il Bari, comunque, trova i tre punti e il momentaneo secondo posto grazie ad un rigore trasformato da Maniero all’ 82’(trattenuto in area di rigore da Ligi ndr). Splendida la sua esecuzione sotto la traversa, praticamente imparabile. Bari batte Cesena 2-1.

Al ‘Braglia’ termina 0-0 tra Carpi e Frosinone. Nel primo tempo da segnalare una traversa di Di Gaudio: al 10’ un suo tiro – cross dopo aver subito una deviazione per poco non beffa Bardi; bravo con un intervento di piede a deviare il pallone sul palo.

All’Arechi di Salerno gara spettacolare tra Salernitana e Vicenza. La squadra di Lerda conquista la prima vittoria stagionale con una doppietta di Signori (7’ e 20’) e un gol di Di Piazza, che approfitta di una dormita della difesa salernitana e trafigge Terracciano con una girata sotto la traversa. Peccato, perché la Salernitana era riuscita a rimontare il doppio svantaggio con un colpo di testa di Della Rocca e una gemma di Rosina: splendida punizione che scavalca la barriera e termina la sua corsa alle spalle di Benussi.

Il Cittadella inanella il quarto successo consecutivo, restando saldamento al comando della classifica con 12 punti. Secco 3-1 al Novara. Le reti portano la firma di Strizzolo (36’ e 50’) e Litteri al 71’. Per il Vicenza il gol della bandiera è di Di Mariano all’85’.

A Latina il Benevento pareggia 1-1. Gli stregoni hanno dimostrato un buon carattere e, nonostante importanti assenze, come quelle di Falco e Ceravolo, proprio nel finale di gara ottengono il pareggio con Pajac, puntuale a sfruttare un cross di Ciciretti. Il gol del vantaggio del Latina è arrivato al 72’ grazie ad un eurogol di De Vitis: magistrale la sua conclusione dalla distanza che trova l’incrocio dei pali. Tiro praticamente imprendibile. Altro test importante superato per gli uomini di Baroni, che con il pareggio di oggi volano a quota 8 punti.

1-1 tra Perugia e Ternana. Al 52’ Rolando Bianchi di testa trafigge il portiere della Ternana. Bello l’assist dalla sinistra di Dezi. Passano pochi minuti e al 56’ arriva il pari: bella rete di Falletti. Il talento uruguaiano dal limite dell’area controlla bene e lascia partire una traiettoria velenosa per Rosati.

Un gol di Eusepi, subentrato nella ripresa, regala al Pisa tre punti importanti. Partita molto combattuta da una parte e dall’altra. A nulla è valso l’assalto del Brescia. Per il Pisa è la seconda vittoria in questo campionato.

Spal-Entella termina 2-2. Dopo un ottimo primo tempo, le due formazioni nella ripresa scendono di intensità. Un pareggio da considerare positivo per l’Entella, considerando il fatto che ad inizio del secondo tempo sono rimasti in 10 uomini per l’espulsione di Palermo per doppia ammonizione. Per la Spal le reti portano la firma di Giani e Schiattarella, mentre per la Virtus Entella i marcatori sono stati Pellizzer e Caputo.

In Spezia-Pro Vercelli succede tutto nel secondo tempo: Nenè e Piu regalano il doppio vantaggio allo Spezia. La Mantia prova a riaprire il match, ma non basta. Per i liguri è la prima vittoria stagionale.

Bellissima partita quella tra Trapani e Ascoli. Le due squadre si dividono la posta in palio. Al gol degli ospiti con Gatto su rigore, concesso per un fallo di Nizzetto su Orsolini, nella ripresa risponde Petkovic servito da Ferretti.

Torna al successo il Verona e si porta a quota 7 in classifica, ad un solo punto dal secondo posto. L’Avellino resta in fondo alla classifica a due punti. Il Verona va in vantaggio al 12’ con Bessa: gran destro che si infila in rete grazie alla complicità del portiere avellinese. Il pareggio dell’Avellino arriva al 36’: Belloni si accentra e lascia partire una conclusione che viene deviata e beffa Nicolas. Trascorrono un paio di minuti e il Verona si riporta in vantaggio: conclusione vincente di Pisano che batte l’estremo difensore irpino. Al 41’ il tris per il Verona: Romulo entra in area, evita il portiere e deposita in rete chiudendo la gara.

Donato Claudio

Commenti

Questo articolo è stato letto 1509 volte

avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.