Napoli, Sarri ritrova il sorriso. E contro il Benfica anche i tifosi

NAPOLI – Tutti con Maurizio Sarri, in campo e fuori. L’anticipo contro il Chievo ha subito restituito il sorriso al tecnico toscano, dopo le polemiche seguite al pareggio nel turno infrasettimanale contro il Genoa: spazzate via da una vittoria che ha consolidato il secondo posto del Napoli e rasserenato l’ambiente. “Le mie parole sono state mal interpretate, non ho alcun problema con il mio presidente…”, ha voltato pagina l’allenatore azzurro, forte del sostegno ricevuto dai suoi giocatori e anche dai pochi tifosi (meno di 20 mila) presenti al San Paolo sabato notte.

Lo stadio si è invece di nuovo spaccato a metà: pro e contro De Laurentiis, che sta per concludere la sua tournée in Cina e ha visto ancora una volta la partita alla tv, per la settima volta (su 7 gare ufficiali) dall’inizio della stagione. L’andazzo è questo, ormai: ed è improbabile che il numero uno della società decida di presentarsi a Fuorigrotta mercoledì sera, in occasione della sfida di Champions col Benfica.

GUARDA I GOL DI NAPOLI-CHIEVO

Ma il Napoli sta imparando a convivere con le tensioni e va avanti per la sua strada. Contro il Chievo è arrivata la quarta vittoria in campionato, firmata dalle magie del redivivo Gabbiadini e dal solito Hamsik, che ha celebrato il suo gol numero 100 con la maglia azzurra. Il capitano lo festeggerà in famiglia, grazie al meritato giorno di vacanza concesso da Sarri al gruppo, anche se incombe la Champions. “Il tour de force si fa sentire e abbiamo bisogno di staccare la spina”, ha spiegato il tecnico toscano, bravo comunque da parte sua a gestire con oculatezza le energie psicofisiche della squadra. Il turn over, sia pure abbastanza ridotto, sta dando i suoi frutti. Ottime le prove di Maggio, Zielinski, Insigne e Gabbiadini, che hanno dato un po’ di respiro ai titolari nell’anticipo di campionato, permettendo a Hysaj, Allan, Mertens e Milik di rifiatare prima del Benfica.

Il bello deve ancora venire, però. “Presto entreranno nelle rotazioni pure Maksimovic, Tonelli, Diawara, Rog e Giaccherini, che è quasi pronto e dovrebbe essere il prossimo a trovare spazio”, ha infatti promesso l’allenatore, lanciando pure un messaggio distensivo a De Laurentiis. Proprio lo scarso impiego dei rinforzi estivi è stato uno dei principali motivi di attrito tra la panchina e il presidente. Quando si vince è però molto più facile tendersi la mano. Il dopo Higuain, nonostante le tensioni, fa sempre meno paura. E al San Paolo si preparano a tornare finalmente i 50 mila: per mercoledì sera è annunciato il primo pienone.

ssc napoli

serie A
champions league
Protagonisti:
Maurizio Sarri

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 301 volte