Inter, Zanetti con De Boer: “Sta facendo un ottimo lavoro”

Inter, Zanetti con De Boer: "Sta facendo un ottimo lavoro"La dirigenza nerazzurra: da sinistra, Zanetti, Zhang, Bolingbroke e Thohir (ansa) MILANO – Javier Zanetti parlare a tutto campo dell’Inter. Della squadra: “Deve lavorare, ma è in crescita”, della società e dei progetti futuri “C’è voglia di investire”, ma soprattutto del tecnico Frank De Boer, che nonostante le difficoltà iniziali “Sta facendo un ottimo lavoro. Ci sono i presupposti per far bene. Rinforzi? C’è disponibilità ad accontentarlo”.  Ai microfoni di Radio Rai, Zanetti, poi, sottolinea: “Questa è una delle Inter più forti del dopo Mourinho. Sono arrivati giocatori interessanti come Banega, Joao Mario, Candreva, che hanno alzato il tasso tecnico. E’ una squadra che ha più qualità, mi auguro che possa bastare per lottare per traguardi importanti”. E in vista della gara di Europa League, il dirigente spiega: “Dobbiamo onorare la competizione, Siamo partiti male, giovedì abbiamo la possibilità di riscattarci. Alla Roma penseremo dopo la trasferta di Praga”. La Juventus un punto di riferimento? L’ex giocatore rimarca: “No, siamo società diverse. Noi ragioniamo in maniera diversa, cerchiamo di arrivare ai successi con la nostra esperienza e le nostre capacità”.

GUARDA I GOL DI INTER-BOLOGNA

DE BOER E L’INTER CRESCE, KONDOGBIA NON E’ BOCCIATO, BROZOVIC VEDREMO… – “Il tecnico dimostra grande professionalità, il lavoro che sta facendo si sta vedendo. L’Inter cresce ad ogni partita. Ci auguriamo che ci porti in alto in classifica. Ieri ha capito che doveva cambiare perché la squadra aveva bisogno di un altro tipo di giocatore. Non ha avuto nessun dubbio nel farlo”, dichiara Zanetti proseguendo: “Questo non vuol dire che Kondogbia deve essere bocciato, non ha interpretato la partita come Frank voleva, con Gnoukouri la squadra ha giocato diversamente. Questo è stato il motivo”. E su Brozovic? “Credo che stia dimostrando ora che ha voglia di mettersi a disposizione, vedremo il momento più opportuno”, per reintegralo in gruppo.

PROPRIETA’, STADIO E FUTURO – “Suning è un gruppo forte e serio. C’è tanta voglia di progettare il presente e soprattutto il domani. Siamo tutti a disposizione per fare un grande lavoro e portare l’Inter in alto”, dichiara Zanetti proseguendo: “Abbiamo trovato un partner soprattutto serio e che ci tiene alla storia di questa società. Stiamo ragionando per far sì che questa squadra possa crescere, stiamo pensando al progetto stadio, ad una nuova struttura per il settore giovanile”.

ZANETTI, IO E TOTTI TRASCINATI DAL SENTIMENTO – “E’ la passione che ci porta a renderci protagonisti, ad essere sempre al servizio della squadra. Dobbiamo sempre dare qualcosa in più, da capitano, per aiutare i ragazzi che stanno iniziando”, commenta Zanetti alla vigilia del 40 anni di Francesco Totti. “Questo ci porta sempre a dare senso di appartenenza – prosegue il nerazzurro -, lo era per me all’Inter e per lui alla Roma. Vedere Francesco giocare è sempre un grandissimo piacere. Gli mando un fortissimo abbraccio, gli faccio tanti auguri. Abbiamo vissuto tanti momenti bellissimi, gli auguro di dimostrare il suo valore sempre in campo. Oltre i 40? Se se la sente non avrà alcun tipo di problema”.

Inter

serie A
Protagonisti:
javier zanetti
frank de boer

Fonte: Repubblica

Commenti