Chievo-Bologna 1-1: resiste il fortino rossoblù

VERONA – Se il migliore del Bologna è stato di gran lunga il portiere, significa che il Chievo ha fatturato di più. Al culmine di una partita coperta, a lungo noiosa, che solo il vantaggio degli emiliani al 7′ della ripresa grazie a un destro da fuori del cileno Pulgar deviato da Spolli, ha reso divertente. Le sin lì rigide consegne se non saltate son diventate più blande, le magie si sono aperte, il campo si è allargato. Soprattutto dopo il pareggio che il Chievo ha colto con fortuna grazie ad un autorete di MBaye al 25′, dopo una bella combinazione fra Inglese ed Hetemay. Da lì in poi il Bologna ha commesso qualche errore di troppo in fase difensiva e i veneti hanno provato a spingere, cercando il successo. In più di una occasione, come poi era capitato anche in un primo tempo molto più bloccato, è stato Da Costa a negarglielo. Fra i padroni di casa buone prove di Inglese, Meggiorini (uscito infortunato in avvio di secondo tempo), Hetemay decisivo nel pareggio e sostanzialmente più che discreta rova dei difensori. Nel Bologna, detto di da Costa e Pulgar, era entrato benissimo Sadiq (prezioso sul vantaggio) che poi si è eclissato, mentre la difesa, nonostante il rientro di Gastaldello, è parsa più volte in difficoltà. E preoccupa l’infortunio a Maietta, per il quale si temono problemi al ginocchio. chievo

bologna fc
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti