Juventus, Higuain e la sfida al “suo” Napoli: “Una doppietta? Speriamo”

Juventus, Higuain e la sfida al "suo" Napoli: "Una doppietta? Speriamo"Gonzalo Higuain (agf) TORINO – La rotonda vittoria (4-1) sulla Sampdoria è per la Juventus “la migliore benzina in vista di due match importanti”, come da immancabile tweet di Massimiliano Allegri. Il 21° successo interno consecutivo dei bianconeri dà il via al countdown per Juventus-Napoli di sabato, la sfida tra “core ‘ngrato” Higuain e il suo recente passato e intanto l’anticamera di un altro big match, quello di mercoledì sempre allo Stadium contro l’Olympique Lione. “Una doppietta sabato sera? Speriamo”, è la risposta telegrafica data dall’argentino ad alcuni tifosi appostati fuori dai cancelli di Vinovo.

CHIELLINI: “HIGUAIN ESULTERÁ? L’IMPORTANTE É CHE SEGNI” – La Juve in tre giorni può spedire il Napoli a -7 e assicurarsi un posto al sole degli ottavi di finale di Champions League, il primo traguardo stagionale. “E’ una settimana importante ma non decisiva, perché siamo soltanto a ottobre – dice Giorgio Chiellini ai microfoni di Sky Sport -. Higuain esulterà in caso di gol al Napoli? A dirla tutta mi interessa poco: l’importante è che segni”. Difficile eleggere la vera anti-Juve tra Roma e Napoli: “Le squadre che dovevano essere al vertice, ci sono. Sono passate soltanto dieci giornate, sarà dura fino a maggio. L’anno scorso, dopo una falsa partenza, abbiamo dimostrato che si possono raggiungere traguardi impensabili”. E ancora, in merito a una Juve che vince ma non convince pienamente: “Le critiche fanno parte del gioco, soprattutto per una squadra come la nostra da cui ci si aspetta tanto. Tutti vorremmo vincere sempre e comunque, ma la realtà della Serie A è un’altra. Abbiamo pagato le due sconfitte contro Milan e Inter, le nostre avversarie danno sempre il 120%, ma siamo comunque primi in campionato a + 2 su Milan e +4 sul Napoli e primi in Champions League, con un matchpoint importantissimo in arrivo mercoledì prossimo”.

“GONZALO SI E’ TENUTO I GOL PER SABATO” – Sabato Allegri ripartirà dalla coppia pesante Higuain-Mandzukic, la cui intesa mercoledì è sembrata in netta crescita rispetto alla prima rivedibile uscita in casa del Palermo. Il croato ha rotto un digiuno che durava dal 24 aprile a Firenze (185 giorni e 763 minuti in campo), e chissà che sabato non tocchi all’argentino grande ex, all’asciutto da quattro partite consecutive: un’astinenza che nell’ultimo anno a Napoli non aveva mai frequentato. “Speriamo che Gonzalo si sia tenuto i gol proprio per sabato – scherza Chiellini, a margine di un evento promosso da Reset Academy Insuperabili, realtà nata per promuovere il football nel mondo della disabilità -. Per i calciatori del Napoli sarà strano averlo contro. Higuain è tranquillo, giochiamo così spesso che non abbiamo quasi il tempo per fermarci a ragionare. Certo, per lui sarà una partita po’ diversa, a Napoli ha vissuto tanti anni. Ma Gonzalo è un professionista esperto, saprà gestire benissimo la situazione”. Alla coppia pesante potrebbe aggiungersi Cuadrado, in un tridente atipico. In assenza di Dybala, l’esterno colombiano è il giocatore più adatto per innescare l’attacco e più in generale rompere gli equilibri della partita, come dimostrano il l’eurogol di Lione e lo splendido assist confezionato mercoledì per Mandzukic, prima di mandare in rete anche Chiellini e in qualche modo pure Pjanic.

TORNANO BUFFON E LA BBC, DUBBIO MARCHISIO – In porta tornerà il riposato Buffon, protetto dalla trincea dell’ItalJuve Barzagli-Bonucci-Chiellini. “Difesa a tre o a quattro? I numeri sono relativi, contano gli interpreti – conclude Chiellini -. Con la Samp abbiamo difeso a tre, ma con Dani Alves che è un giocatore offensivo. In estate abbiamo cambiato tanto, dobbiamo ritrovare ancora qualche sincronismo, ma c’è da essere contenti di questo inizio di stagione”. Le fasce parleranno di nuovo portoghese con i brasiliani Dani Alves e Alex Sandro. Anche perché Lichtsteiner è di nuovo scomparso dai radar, mentre Evra sarà quasi sicuramente fuori uso per un problema al polpaccio accusato contro la Samp (contusione con successivo indurimento), da valutare meglio domani dopo che oggi il francese ha fatto soltanto fisioterapia. I dubbi principali sono a centrocampo. Il ritorno di Marchisio contro la Samp, dopo un’assenza di 192 giorni, ha ridato ordine, ritmo e fosforo alla manovra, ma Allegri è consapevole che la seconda uscita dopo un lungo stop è sempre più problematica della prima. Ecco perché il recuperato numero 8 verrà probabilmente risparmiato, almeno all’inizio, quando davanti alla difesa dovrebbe piazzarsi uno tra Hernanes (favorito) e Lemina, scortato da Pjanic e Khedira.

calcio

serie A
juventus
Protagonisti:
gonzalo higuain

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 167 volte