IL DOMANDONE – Questione centravanti: insistere con Gabbiadini, falso nueve o provare altri moduli?

Questa volta chiediamo agli amici giornalisti, relativamente al problema centravanti, se in attesa di gennaio, dove De Laurentiis dovrà ingaggiare un nuovo attaccante, bisogna insistere con Gabbiadini; individuare un falso nueve funzionale (Hamsik, Callejon o Mertens) o provare altri moduli.

Vincenzo LETIZIA (PianetAzzurro) – Premesso che a gennaio va preso l’erede di Higuain che non è mai arrivato (intendo un campione vero) perché le opportunità ci sono e i soldi anche; per questo altro altro mese e mezzo opterei per la soluzione Callejon centravanti (come ha pure giocato in carriera) con Mertens e Insigne ai lati. Il modulo non lo modificherei, è una delle poche certezze del Napoli di quest’anno…

Roberto BECCANTINI (La Stampa) – Se lo staff medico mi assicura per gennaio il recupero completo di Milik, resto così. In caso contrario, Pavoletti.

Maurizio NICITA (Gazzetta dello Sport) – Non mi preoccupa una squadra che comunque riesce a creare diverse palle gol a partita, piuttosto i cali di tensione difensivi che contro Roma, Besiktas e Juventus hanno compromesso le classifiche al momento. Continuò a credere che Gabbiadini possa essere una buona soluzione e comunque bisognerà attendere gennaio per capire quanto sia vicino il rientro di Milik e se Gabbiadini sarà funzionale al progetto.

Antonello PERILLO (RAI) – Proverei a più non posso con Gabbiadini. va detto che io sono stato tra i primissimi a sottolineare che Milik aveva caratteristiche giuste per il gioco di Sarri, a differenza proprio di Manolo.  Ma a questo punto insisterei con l’ex doriano, visto che Mertens è molto meno “punta” di lui.

Umberto CHIARIELLO (Canale 21) – Bisogna insistere con Gabbiadini senza dubbio, poi a gennaio credo che faranno uno scambio con Zaza. Mi piace Pavoletti, ma non credo lo diano nel mercato invernale.

Paolo DEL GENIO (Radio Kiss Kiss Napoli) – Bisogna giocare con Mertens e Callejon spesso e qualche volta con Gabbiadini, non sono per il cambio del modulo.

Gianluca MONTI (Gazzetta dello Sport) – Non vedo alternative, si può solo insistere su Gabbiadini e Mertens. Non immagino moduli alternativi perché si perderebbe equilibrio e verrebbero snaturati troppi calciatori.

Lucio PENGUE (Radio Kiss Kiss Napoli) – Sarri deve dare fiducia a Gabbiadini. Questa è a mio avviso la  soluzione preferibile. La strategia di insistere con il falso nueve snatura alcune caratteristiche dei giocatori spostati al centro dell’attacco. E’ vero che Manolo in questo momento non è al massimo della condizione psico-fisica, però bisognerebbe insistere con lui, appena si sbloccherà poi tutto diventerà più semplice.

Rosario PASTORE (Gazzetta dello Sport) – Forse il falso nueve potrebbe essere la soluzione meno azzardata, anche se sono estremamente pessimista in materia. Certo, pensando a quanti punti abbiamo perso per strada a causa dell’incredibile comportamento di adl in fattodi calciomercato, c’è da mangiarsi le mani.

Michele SIBILLA ( Radio Punto Zero) – Premesso che sarei molto contento se Gabbiadini riuscisse a dimostrare, finalmente, le sue indiscusse capacità, ma a questo punto, credo che, per il bene suo e della squadra, sia meglio la separazione a gennaio.

Fino a gennaio, ovviamente, il giocatore può tornare molto utile in particolari partite o a gara in corso, ma inevitabilmente, la palla passa a Sarri, anzi, dovrà essere l’allenatore a sbrogliare l’intricata matassa. Una volta perfezionati ambientamento ed inserimento dei nuovi, il tecnico partenopeo credo abbia possibilità ed obbligo a perseguire tutte le strade possibili, quindi, falso nuove e varianti e cambio di modulo, oltre all’impiego dello stesso Gabbiadini.

Fabrizio CAPPELLA (RAI) – Ferma restando la necessità di intervenire sul mercato a gennaio, credo che le soluzioni a disposizione possano in realtà conciliarsi tra loro: da un lato l’esigenza di rendere più incisiva la presenza di gabbiadini, dall’altro la possibilità di affidarsi a nuovi moduli: con un attacco a due punte, per esempio, l’ex sampdoriano potrebbe rivelarsi meno avulso dagli schemi rispetto a quanto non lo sia ora. Se è vero che l’anno scorso il centrocampo soffriva la presenza del trequartista nel 4-3-1-2, è altrettanto vero che oggi quel centrocampo è molto cambiato, con soluzioni che possono adattarsi molto meglio a quello schema. Sarri ha insegnato quel calcio per anni, credo che un tentativo possa essere fatto anche  per provare  a dare nuovi stimoli si giocatori.

Liberato FERRARA (Cronache di Napoli) – Sarri deve provare qualcosa di diverso. Non può giocare come se ci fosse ancora Higuain, o magari lo stesso Milik. Io farei una cosa folle: Callejon centravanti arretrato, con Gabbiadini sulla fascia a destra, Mertens o Insigne a sinistra. In alternatva il 4-4-2.

Roberto ESSE (Radio Club 91) – La soluzione migliore è quella di insistere su Gabbiadini. E’ un calciatore sul quale la società può puntare a lungo e non è detto che non riesca a sbloccarsi e rendere secondo le aspettative della piazza. Anche perché sicuramente non manca il supporto del resto della squadra.

Angelo POMPAMEO (Julie Italia) – Il Napoli è questo e questo deve rimanere. Sul mercato attualmente non c’e un attaccante che puo’ cambiare l’andamento del gioco. Meglio continuare cosi’, questo è un buon gruppo che puo’  fare bene sia in campionato che in Europa. A Sarri il compito di dosare le forze e gara dopo gara mettere il miglior Napoli in campo.

Carlo CAPORALE (Televomero) – Se al “problema centravanti” non ne vogliamo aggiungere altri, escluderei categoricamente un cambio modulo. Pertanto la strada mi sembra obbligata, insistere su Gabbiadini sperando si sblocchi superando alcuni limiti tecnici ma soprattutto mentali e caratteriali che ha palesato negli ultimi tempi  (ed in questo andrebbe aiutato da tutti). Poi le alternative da falso nove mi sembrano costituire la naturale conseguenza, anche per l’irrinunciabile logica  del turn over.

Dario DE SIMONE (Radio Traffic) – Il centravanti andava cercato nel mercato degli svincolati il giorno dopo l’infortunio di Milik. Tutti gli esperti sapevano che Gabbiadini non era un attaccante vero e che avrebbe avuto notevoli difficoltà. Che puntualmente si sono ripetute causando gravi problemi al Napoli.

Per questo spetta a Sarri trovare le soluzioni ponte fino a gennaio, magari sperimentando un maggiore impegno di El Kaddouri che ha le caratteristiche fisiche che più si avvicinano a quelle di una punta.

Antonello GALLO (Telecapri) – Credo che un attaccante sia necessario come il pane. Non penso che si potrà contare prestissimo su Milik che resta l’unico di ruolo e neppure sulla vena di Gabbiadini che ha vari problemi evidenti oltre all’essere fuori ruolo. Certo potrà migliorare ma null’altro. Più che un cambio di modulo, credo che il falso nueve (chiunque inserisca Sarri) sia una buona soluzione però facendo attenzione a non schierare calciatori con il medesimo stile di gioco rischiando inutili confusioni e sovrapposizioni come è apparso in varie gare.

Commenti

Questo articolo è stato letto 812 volte

avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu