Fiorentina, Sousa: ”Per crescere serve coraggio, il derby per ripartire”

Fiorentina, Sousa: ''Per crescere serve coraggio, il derby per ripartire''Paulo Sousa (agf) FIRENZE – Come se la sua squadra volesse voltare pagina. Indietro non si torna, meglio puntare a quel che il futuro può riservare. La Fiorentina torna in campo dopo la sosta per le nazionali e lo fa in un derby tutto toscano, quello al Castellani (domenica ore 15) contro l’Empoli che col 4-0 al Pescara si è rianimato e ha fatto il pieno di fiducia ed entusiasmo. Paulo Sousa giustamente non si fida, nonostante la posizione di classifica degli avversari, e punta sulla crescita della sua squadra e sulla voglia di tornare alla vittoria il prima possibile. O meglio, dalla prossima gara. Senza paura. Intanto il portoghese pensa alla probabile formazione: un 4-2-3-1 con Tatarusanu tra i pali, Salcedo a destra, Gonzalo e Astori centrali con Milic a sinistra. Borja Valero e Vecino interni con Tello a destra, Ilicic centrale e Bernardeschi a sinistra. Dubbio in attacco: Kalinic o Babacar?

E’ una gara da dentro o fuori?
“Sono positivo. Fin da bambino ho trasformato la paura in coraggio e cerco di trasmetterlo anche ai miei giocatori. Dobbiamo essere coraggiosi, siamo una squadra che deve crescere dal punto di vista del carattere. E il coraggio è importante in momenti chiave della partita. Abbiamo qualità per stare più in alto in classifica, meritavamo qualche punto in più ma soltanto nella continuità di vittorie possiamo risalire la graduatoria. Da subito”. 
 
Come sta Kalinic?
“E’ al 100%, si è impegnato in allenamento ma ragioneremo con prudenza”. 
 
Il grande ex è Pasqual: vi saluterete prima del match?
“Di Pasqual ho già parlato a suo tempo, per rispetto saluto tutti. Ma non è compito mio decidere chi viene e chi va via”. 
 
Come sono rientrati i giocatori dalle nazionali?
“Zarate con qualche linea di febbre ma poi si è ripreso. Gli ultimi sono arrivati giovedì, nessun problema fisico per loro e sono al 100%”. 
 
Cosa vorrebbe vedere contro l’Empoli?
“Siamo un diesel. Carattere, personalità, convinzione con e senza palla devono essere presenti sempre. Questo ci può aiutare”. 
 
I ragazzi hanno recepito questo messaggio?
“La squadra sta crescendo, siamo vicini ai nostri livelli e questo ci dà maggiori garanzie per vincere. Con l’Empoli è il momento giusto per cominciare a vincere”. 
 
Se avesse la bacchetta magica, che Fiorentina vorrebbe vedere?
“Anche se subiamo un gol, dobbiamo pensare che poi possiamo rimontare. Il primo tempo contro la Sampdoria è importante, poi puntiamo sull’intensità a livello individuale e collettivo. E dovremo essere concreti nel realizzare le occasioni che creeremo con l’Empoli”. 
 
Cosa pensa dell’Empoli?
“Ha un buon palleggio, una buona capacità di gioco. Hanno motivazioni, giocano in casa e battere la Fiorentina dà sempre qualcosa in più. Qualche giocatore pensa a giocare nella Fiorentina in futuro e questo dà motivazioni in più sicuramente”. 
 
Cosa ne pensa della clausola per il suo rinnovo?
“Parlo sempre col direttore Corvino, ci troviamo bene. Però poi sappiamo che tutto dipende dai risultati futuri: se questi saranno positivi, il futuro sarà positivo. Pensando sempre al meglio per la Fiorentina”.

Fiorentina

serie a
Protagonisti:
paulo sousa

Fonte: Repubblica

Commenti