Le pagelle di Empoli-Milan: Suso determinante, Incubo Costa

Le pagelle di Empoli-Milan: Suso determinante, Incubo CostaLa gioia di Suso dopo il gol del 3-1 (lapresse) EMPOLI
SKORUPSKI 6
Pronto e reattivo. Nulla può sul destro affilato di Lapadula, che lo inchioda istantaneo. Poi arriva la tempesta e lui non ha nemmeno l’ombrello.
VESELI 5 Controlla con qualche fatica Bonaventura sulle costanti digressioni dalla fascia. Nel secondo tempo abbocca a tutte le finte. Dal 23’ st ZAMBELLI sv: partecipa suo malgrado al naufragio.
BELLUSCI 5,5 Bruciato da Lapadula sullo scatto del gol, ingaggia per il resto duelli fisici, dai quali esce talvolta col pallone, più spesso senza.  
COSTA 5 E’ compartecipe della marcatura ritardata sullo 0-1 e tenta di emendarsi con alcuni anticipi. Ma non ci riesce proprio: dopo l’autogol Lapadula diventa un incubo.  
PASQUAL 5 Incaricato di frenare Suso, ne patisce le continue conversioni sul sinistro e i secchi dribbling da brevilineo. Si arrende
KRUNIC 6 Utile nell’alimentare il pressing, carpisce palloni e soprattutto li smista con prontezza. Dal 23’ st TELLO sv: ingresso che non può incidere, per la sopravvenuta inferiorità tecnica della squadra.
DIOUSSE 5 Si addormenta talvolta nel fraseggio, che non pare il suo forte, né recupera il passo grazie alla falcata solo potenziale.   
CROCE 5,5 Tenace nei contrasti e nell’inseguimento degli avversari, cui mette ansia. Cede di schianto nel secondo tempo.  
SAPONARA 6,5 Si vendica secondo costume della vecchia squadra, anche se per precipitazione fallisce il possibile bis e la colpa, a conti fatti, si rivela grave.
MACCARONE 6 La sua militanza milanista si perde ormai negli annali, però non desiste dal punzecchiare a sua volta, con tanto di traversa finale.
MARILUNGO 5,5 Una preziosa scucchiaiata e movimenti a pendolo, per sostituire anche tatticamente l’indisponibile Pucciarelli. Dal 29’ st GILARDINO sv: assiste malinconico alla disfatta, lui che sognava ben altro incrocio col passato.      
 MILAN
DONNARUMMA 5,5
Soffre il pressing, che gli allenatori avversari ormai puntualmente gli destinano. Ma più di un paio di rinvii sbilenchi emerge stavolta un’uscita azzardata, che diventa assist per Saponara.
ABATE 7 Sfiora un gol magnifico, su percussione e sinistro in scivolata. Si spinge in attacco per quanto consentito dalle circostanze nel primo tempo, imperversa nel secondo.
GOMEZ 6 Il rodaggio in serie A gli è garantito da questa partita al posto di Paletta, del quale non possiede il vigore in marcatura.
ROMAGNOLI 6,5 L’ammonizione è un evento, frutto dello sbilanciamento del centrocampo, meno equilibrato del solito. Al rientro dall’infortunio che gli è costato il derby, appare infatti un po’ preoccupato all’inizio. Poi ritrova sicurezza.
DE SCIGLIO 6 Infila un errore iniziale, innescando un contropiede sperperato da Maccarone. Si riprende via via, alimentando l’egemonia  sulla sinistra.
PASALIC 5,5 Troppo compassato, si assenta parecchio dal gioco, sprecando probabilmente l’opportunità di diventare titolare. Dal 34’ st NIANG sv: qualche affondo, tanto per dimostrare che lui è pronto a tornare.
LOCATELLI 6,5 Soffre il pressing dell’Empoli, anche perché viene portato soprattutto nella sua zona, e le puntate dello slalomista Saponara. Ha però il pregio di non scoraggiarsi, segno di crescente personalità, certo superiore all’anagrafe. Finisce da lanciatore indefesso.
MATI FERNANDEZ sv La sua partita dura pochissimo, ripiomba nell’infortunio. Dall’11’ st KUCKA 6: la tipologia di partita concitata si adatterebbe alle sue caratteristiche, invece vi entra parzialmente.   
SUSO 7,5 Quando si accende, accende anche il Milan: i due gol nel derby hanno eletto l’artista non più inespresso. L’azione del vantaggio è sua, come il gol del 2-1: è diventato determinante.   
LAPADULA 7,5 I due gol sono il paradigma del suo modo di interpretare il ruolo: ha sete di segnare d non si placa finché non la appaga. Ma è formidabile soprattutto nell’avventarsi su ogni pallone, anche quando sembra imprendibile o privo di pericolosità, è l’anima dell’attacco. Evidenzia, per contrasto, l’abulia recente di Bacca. Dal 37’ st POLI sv.  
BONAVENTURA 7 E’ verosimile che l’apprendistato da mezz’ala gli abbia reso più semplice il ritorno al ruolo di ala, quando avviene. E’ leggero nel dribbling, agile nelle fughe verso il fondo. Non  è un caso che quasi sempre riesca a infilare nella partita giocate efficaci, non soltanto calligrafiche
ARBITRO CALVARESE 6: tranquillo, seda nel finale un principio di rissa. calcio

serie A
Milan
empoli calcio
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti