Gli interventi di Mauro Milanese, Beppe Iachini, Pino Taglialatela, Ciro Venerato, Sandro Sabatini e Giovanni Bia a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Mauro Milanese, ex calciatore

“Napoli e Inter stasera giocheranno per vincere. Agli azzurri manca quel giocatore che finalizza la mole di gioco prodotta, ma attraverso il giro palla la squadra si esprime molto bene mentre l’Inter che con Pioli è diventata più aggressiva certamente vorrà dare continuità ai risultati.

L’Inter va spesso uno contro uno davanti e se il Napoli riuscirà a venir fuori dal palleggio, può far male attaccando la profondità anche perché gli attaccanti azzurri sono più rapidi dei difensori dell’Inter”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Beppe Iachini, allenatore

“Il Napoli ha dei problemi perché una squadra senza centravanti va in difficoltà. Mancano i gol dell’attaccante, manca il riferimento lì davanti, manca Milik che si era ambientato subito a Napoli ed era entrato nei meccanismi di gioco sin dal primo giorno. Le altre soluzioni in alcune partite hanno avuto riscontro, ma alla lunga non hanno garantito quell’efficacia che invece ferita il gioco di Sarri.

L’Inter lavorerà sulla tattica e sull’organizzazione perché gli allenatori italiani lavorano bene e nelle prossime settimane avrà un’impronta ancora più marcata.

Vedendo un po’ l’inizio del campionato, penso che la lotta per la salvezza sarà ristretta a quattro squadre: Palermo, Crotone, Empoli e Pescara.

Io, di nuovo al Palermo? Non posso rientrate in Italia perché sono sotto contratto con l’Udinese. Mi spiace perché sono legato al Palermo, alla società ai tifosi, all’ambiente”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pino Taglialatela, ex portiere

“Sarri ha dato dei buoni risultati. Certo, ultimamente non si riesce a vincere facilmente, ma sappiamo tutti il problema qual è. In questo momento tutte queste polemiche sono inutili perché il Napoli gioca bene, mi fa divertire, ma manca la finalizzazione e speriamo si risolva nel mercato di gennaio.

Napoli-Inter? Il pareggio non serve a nessuno e sono convinto che tutte e due  le squadre giocheranno per vincere.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista Rai

“In queste settimane il Napoli ha parlato con l’agente di Muriel. Gabbiadini non andrà in un club italiano di seconda fascia e non gradirebbe il trasferimento alla Samp o in club simili e soprattutto non in prestito.

Pavoletti? Bisognerà aspettare l’Immacolata, l’8 dicembre, per capire qualcosa in più. La notizia è che il giocatore dopo il no secco do qualche mese fa, è arrivato a dire sì. La montagna che porta a Zaza invece è invece lunga da scalare per cui difficilmente arriverà a Napoli. Dopo Pavoletti e Zaza, c’è Muriel che quindi è il terzo nome perché piace a tutti, ma non convince nessuno.

Stasera tornerà Albiol insieme a Koulibaly mentre sulla destra dovrebbe giocare Maggio al posto di Hysaj che non sta benissimo, con Ghoulam sulla sinistra. A centrocampo il trio più gettonato è formato da Diawara, Zielinski e Hamsik”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Sandro Sabatini, giornalista

“Gabbiadini è sempre applaudito dal San Paolo perché probabilmente i tifosi hanno capito la difficoltà del ragazzo. E’ vero che Sarri non adatta mai la squadra a Gabbiadini nelle gare ufficiali, ma mi chiedo se in allenamento qualche cambio tattico lo ha fatto, così da vedere se può rendere o meno con un altro sistema di gioco.

Non reggerà nessun alibi stasera per il Napoli, ma questi 5 giorni sono importantissimi perché si deciderà molto ed è inutile stare a spiegare i motivi”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giovanni Bia, ex calciatore attuale procuratore sportivo

“E’ difficile da fuori dare dei giudizi su cose che non si conoscono bene, ma nel mercato di gennaio non ci sono tanti giocatori disponibili perché i club che hanno calciatori di un certo valore non li danno via a meno di una cifra folle.

Albiol è importantissimo e attraverso l’esperienza dà tranquillità a tutto il reparto. Con Koulibaly forma una coppia importantissima in difesa, ma quando si subiscono tanti gol, la colpa non è mai solo dei difensori perché la fase difensiva parte dagli attaccanti. Quando la squadra gira nel verso giusto, tutta la squadra ne giova.

Non dico che Sarri è un integralista, ma la fatto del suo credo calcistico, la sua missione di calcio e se prendi Sarri, conosci il suo modo di pensare, lo devi accettare. Presumo quindi, che continuerà a giocare in questo modo”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti