Fiorentina-Palermo 2-1: Babacar all’ultimo respiro, i viola sfatano il tabù interno

Fiorentina-Palermo 2-1: Babacar all'ultimo respiro, i viola sfatano il tabù internoBabacar infila di testa nel recupero il gol vittoria della Fiorentina (ansa) FIRENZE – Tabù sfatato, ma che fatica. La Fiorentina all’ultimo respiro batte un Palermo ben messo in campo e propositivo. I viola si impongono 2-1 contro l’ultima in classifica con un gol al 93′ di Babacar e ritrovano il successo davanti al proprio pubblico dopo quasi due mesi. La vittoria in casa, infatti, mancava dal 18 settembre scorso (1-0 alla Roma), da allora quattro pareggi di fila. Tre punti che permettono ai toscani di avvicinare la zona Europa, distante ora cinque lunghezze. Arriva, invece, l’ottava (immeritata!) sconfitta consecutiva per il Palermo del neo-allenatore Corini.

SPERANZA CORINI, SORRISO SOUSA – I rosanero, però, non hanno demeritato andando a perdere quando ormai il pareggio sembrava la giusta ricompensa a una gara di sacrificio e determinazione. Al di là del risultato, la reazione chiesta dal “genio” è arrivata e questo lascia ben sperare per il futuro del club siciliano. Può finalmente sorridere Paulo Sousa. Dopo quattro pareggi consecutivi è arrivata finalmente la vittoria anche tra le mura amiche. La sua Fiorentina, però, non ha incantato. Ha sicuramente giocato meglio del Palermo, merito dettato anche dal differente tasso tecnico presente in campo, ma ha rischiato tantissimo in fase difensiva.

BERNARDESCHI SBLOCCA IL MATCH – Visti i numeri impietosi al Franchi (solo due vittorie in sei partite con appena 4 gol segnati, di cui neanche uno dagli attaccanti), Paulo Sousa presenta una Fiorentina super-offensiva con Tello e Bernardesci ai lati, Ilicic dietro Kalinic e Babacar. E la squadra fatica un po’ a trovare il proprio equilibrio permettendo al Palermo di bucare più volte la retroguardia viola. Tatarusanu, però, non viene mai impegnato. Dall’altra parte, il suo collega Posavec, invece, ha il suo buon da fare. Il lavoro del giovane portiere croato inizia al 21′ quando Ilicic lo impegna con un diagonale rasoterra che vale come riscaldamento. I padroni di casa sbagliano molto in fase conclusiva, così al 33′ un fallo di mano in area di Aleesami manda sul dischetto Bernardeschi e la Fiorentina sblocca non solo il risultato, ma anche la mente. Posavec la combina grossa 3′ più tardi lasciandosi sfuggire un pallone che Babacar scaltramente deposita in rete, ma Giacomelli annulla su segnalazione (molto discutibile) del giudice di porta. L’estremo difensore rosanero si riscatta poco dopo salvando prima su un tiro violento di Babacar, poi su un colpo di testa velenoso di Vecino.

BABACAR FA ESPLODERE IL FRANCHI – La ripresa inizia con una doccia gelata per i padroni di casa. Al 4′ Jajalo pennella una punizione dai 20 metri sulla quale Tatarusanu non può fare nulla e il Palermo pareggia. L’1-1 ha un effetto terrificante per i viola che perdono le proprie certezze e iniziano a barcollare paurosamente, mentre i siciliani crescono e si rendono pericolosi con un vivacissimo Quaison e Nestorovski. Poco prima del quarto d’ora lo svedese per poco non beffa l’estremo viola con un tiro dal limite, dieci minuti più tardi il macedone sfiora il palo con Tatarusanu battuto. Sousa allora prova a dare maggiore equilibrio ai suoi togliendo Tello per Badelj, ma il risultato non cambia, fino al 93′ quando Mauro Zarate, subentrato a Bernardeschi, prima si guadagna un tiro dalla bandierina, poi sugli sviluppi del corner trova la testa di Babacar che fa esplodere il Franchi e manda nello sconforto i rosanero. Dopo il triplice fischio finale Corini chiama a raccolta i suoi in mezzo al campo. Lo scopo? Motivarli dopo una sconfitta immeritata.

FIORENTINA-PALERMO 2-1 (1-0)
FIORENTINA (3-4-1-2): Tatarusanu; Salcedo, Astori, Tomovic; Bernardeschi (33’st Zarate), Vecino, B. Valero, Tello (22’st Badelj); Ilicic (39’st Chiesa); Babacar, Kalinic. (Lezzerini, Dragowski, De Maio, Sanchez, Olivera, Cristoforo, Perez, Milic). All. Sousa.
PALERMO (3-5-1-1): Posavec; Cionek, Andelkovic, Pezzella; Morganella (21’st Rispoli), Hiljemark, Jajalo (41’st Gazzi), Chochev, Aleesami; Quaison; Nestorovski. (Guddo, Fulignati, Vitiello, Embalo, Sallai, Balogh, Bouy, Lo Faso). All. Corini.
ARBITRO: Giacomelli di Trieste.
MARCATORI: 33′ pt (rig.) Bernardeschi); 4′ Jajalo (P), 48′ st Babacar (F).
NOTE: serata fredda, terreno in buone condizioni, spettatori 20.000. Ammoniti: Morganella, Aleesami, Tomovic. Angoli: 7-6 per la Fiorentina. Recupero: 2′; 4′

calcio

serie A
acf fiorentina
Palermo calcio
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti