Lecce, arriva il riscatto: 3-0 a Messina e primato

L’attaccante Salvatore Caturano, protagonista con una doppietta della vittoria del Lecce a Messina (foto Lapresse)

MESSINA-LECCE 0-3
19′ rig. e 79′ Caturano, 45′ Persano

L’Us Lecce era chiamato a rispondere sul campo, la risposta è arrivata. Decisa, precisa, puntuale. I salentini vincono a Messina e tornano, da soli, in testa alla classifica. Anche perché un’altra pugliese, l’Andria, ferma la Juve Stabia e regala alla squadra di Padalino il primo posto in classifica in solitaria. I campani devono ancora recuperare una gara (quella contro il Matera sospesa per nebbia), ma per adesso il Lecce è lassù. In testa, da solo. La diciassettesima giornata del girone C di Lega Pro lo riporta al comando della classifica. La doppietta di Caturano e il gol di Persano regalano – in rima – i tre punti ai giallorossi, Padalino può sorridere. Tre a zero al Messina, il Lecce così può di nuovo guardare tutti dall’alto.

La sblocca Caturano, raddoppia Persano – Addio 4-3-3, Padalino dopo le critiche e la sconfitta al Via del Mare contro il Matera rivoluziona il suo Lecce: 4-2-4 per una squadra super offensiva con Vutov, Persano, Caturano e Doumbia in attacco. E i risultati si vedono subito. Lecce che attacca e crea, un quarto d’ora iniziale di ritmo altissimo per i giallorossi. Al 14’ ci prova il solito Tsonev con una gran botta dalla sistanza, al 18’ sul tiro di Vutov De Vito la “para” con la mano ed è rigore per il Lecce. Batte Caturano che segna e sblocca il risultato, al 19’ la squadra di Padalino è avanti 1-0 a Messina. Lucarelli chiede una scossa, al 22’ ci prova Milinkovic con una splendida azione personale a trovare il pareggio. Ma niente da fare. Il Messina però c’è e si fa vedere, ma al 45’ è il Lecce a trovare il raddoppio in extremis: contropiede rapidissimo della squadra di Padalino, Tsonev lancia Persano che entra in area e batte Berardi sul primo palo. All’intervallo è 2-0 per il Lecce, il primo posto in classifica è già in tasca.

Tris e primato – Inizia il secondo tempo, non cambia il copione. Lecce a trazione offensiva che si rende subito pericoloso: al 51’ ci prova Caturano con un gran destro che sfiora il palo, poi arriva la reazione del Messina con Marseglia ma Gomis è bravissimo a mettere in angolo. E’ soltanto un acuto, perché la squadra di Padalino torna subito a fare la partita e al 63’ è ancora Caturano a cercare la doppietta con un tiro che finisce di poco alto sopra la porta di Berardi. I ritmi calano, il Lecce controlla la partita ed evitare di rischiare troppo. Al 79’ però uno scatenato Caturano trova la doppietta personale con un colpo di testa che batte Berardi e firma il 3-0 finale. Sorride Sasà che torna capocannoniere solitario del girone C con 11 gol, sorride Pasquale Padalino che si gode i frutti della sua minirivoluzione infrasettimanale, sorride tutta Lecce, che sabato sera ha vissuto un autentico incubo al Via del Mare nello 0-3 contro il Matera. Adesso, di nuovo, primo da solo in classifica. Nel girone C di Lega Pro per il momento comandano i salentini: si aspetta il Foggia, e si attende anche lo spauracchio Matera che dovrà anche finire la gara contro la Juve Stabia (sospesa per nebbia) in un girone che si preannuncia splendido. 

Fonte: SkySport

Commenti