Gli interventi di Giuseppe Tomasini, Franco Piantanida, Davide Ballardini e Aldo Serena a Radio Crc

Nel corso della trasmissione radiofonica “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma in onda sulle frequenza di Radio CRC è intervenuto l’ex Cagliari Giuseppe Tomasini:
“Reputo il Napoli superiore al Cagliari, a mio avviso l’infortunio di Milik ha messo in crisi un Napoli che poteva lottare per il primato con la Juve. Il Napoli gioca a tutto campo, ha ottimi attaccanti davanti: Callejon, Mertens, Insigne. Gabbiadini è molto forte ma credo che abbia dato meno di quello che può dare perchè non ha sentito la fiducia di Sarri nè del pubblico di Napoli. Favole come quella del Cagliari? Tutti i traguardi possono essere raggiungibili, ma il calcio è diventato business ed è tutto più difficile”.
Nel corso della trasmissione radiofonica “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma in onda sulle frequenza di Radio CRC è intervenuto Franco Piantanida:
“Sarà una partita delicata per il Napoli lì a Cagliari: è importante confermarsi dopo quanto fatto di buono in Champions. Questo Napoli è più completo rispetto a quello che subì quella sconfitta a Bergamo. Il Napoli ha vinto due partite e non si è parlato di Milik perché questa squadra ha dimostrato di aver trovato le giuste misure e la giusta condizione. Il Cagliari? E’ una squadra pericolosa, insidiosa, punta sempre a mettere in difficoltà l’avversario: mi aspetto una gara vibrante. Pavoletti? Devo esser sincero, ho dei dubbi su questa operazione: non so se sia giusto intervenire a gennaio e stravolgere tutta la stagione dell’attaccante.”
Nel corso della trasmissione radiofonica “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma in onda sulle frequenza di Radio CRC è intervenuto Davide Ballardini:
“Complimenti al Napoli, qualificarsi così non è da tutti: oltre al risultato ha conquistato tutto con il gioco. In campionato è la squadra che gioca meglio di tutte, il nostro è un campionato molto difficile. Domenica ci sarà il Cagliari, il Napoli dovrà calarsi subito nella situazione: il Sant’Elia è un campo ostico e poi la squadra in casa è molto forte. Il nostro campionato ripeto è difficilissimo e dopo le partite infrasettimanali le squadre soffrono molto, per arrivare fino alla fine del campionato bisogna cercare di non soffrire. Il Napoli prova a fare sempre la partite e se sono stanchi possono lasciare spazi importanti e possono soffrire. Cagliari-Napoli 2-1 la ricordo molto bene, è stata la mia prima partita in serie A, quella partita meritavamo di vincere anche prima: il Cagliari attuale cerca di fare la partita, di vincere la partita giocando senza speculare troppo. Gioca a viso aperto, in estate si è rafforzato molto. Napoli è una città meravigliosa, forse la società precedente poteva influenzare i vari tifosi. Gabbiadini? Non è il primo attaccante di un 4-3-3, l’ho visto giocare d’avversario, ha fatto molto bene contro la Sampdoria, è un giocatore con un ottimo potenziale, avere delle difficoltà è anche normale.
Nel corso della trasmissione radiofonica “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma in onda sulle frequenza di Radio CRC è intervenuto Aldo Serena:
“Gabbiadini? Con il rientro di Milik e l’acquisto di un nuovo attaccante, avrebbe sempre meno spazio. Il Torino è sempre arrivato al derby sfiduciato, questo Toro invece sta facendo molto bene: fa un gioco brillante, riesce a trovare sempre soluzioni per far male e sono fiducioso per questa gara. Roma e Milan cercheranno di superarsi, anche se hanno alcune defezioni: alla Roma mancherà Salah, al Milan invece pur valorizzando i giovani, ha una rosa non di altissimo valore. Cagliari? E’ una squadra che dinanzi al proprio pubblico fa sempre buone prestazioni. Borriello? Ha ritrovato la condizione, poi ha avuto un calo, ma il Napoli deve temere questo bomber: è molto motivato, vuol fare bene.”

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti