Martusciello: “Levan straordinario, bravo Empoli”

L’allenatore dell’Empoli, Giovanni Martusciello (foto Getty)

L’allenatore azzurro si gode la vittoria contro il Cagliari che regala tre punti fondamentali in chiave salvezza: “Ottimo approccio, poi un po’ di paura. Ma siamo stati bravi. Mchedlidze? Gli è mancata continuità nella sua crescita”

“Il coraggio deve accompagnare tutte le squadre, il coraggio di non arrendersi alle difficoltà. Oggi è stata una partita strana, condizionata dal nostro approccio e poi da un po’ di paura. L’abnegazione ed il lavoro di gruppo però alla fine ha premiato”: commenta così, a fine gara, Giovanni Martusciello, la vittoria del suo Empoli al Castellani contro il Cagliari nel primo anticipo della diciassettesima giornata di Serie A. Un successo pesante che dà una bella bocca d’ossigeno agli azzurri in classifica, dove ora sono a +5 dal Crotone terzultimo (ma con una partita in meno).

“Noi siamo nelle condizioni di affrontare tutte le partite così, senza fare calcoli – aggiunge l’allenatore dei toscani -. Dobbiamo mettere in campo le nostre conoscenze, i ragazzi le hanno. A volte sbagliamo cose semplici, perché l’aspetto emotivo pesa. E ci condizione nelle prestazioni. Oggi però siamo stati premiati, ci godiamo la vittoria e faccio i complimenti a tutta la squadra. Anche a chi non ha giocato”, sottolinea Martusciello. Una vittoria arrivata grazie ad una doppietta di Mchedlidze: “Levan ha una potenzialità importante, già da quando era ragazzino si vedeva. E’ stato fortemente condizionato dai problemi fisici il cammino di questo ragazzo, non gli hanno permesso di crescere – analizza l’allenatore dell’Empoli. Riesce ad abbinare quantità e qualità, ha bisogno di lavorare con continuità. Non l’ha mai potuta avere, ora ha una certa condizione anche mentale. Mi godo la sua crescita, è un punto di partenza però. E’ un giocatore straordinario”, conclude Martusciello. Sereno, sorridente e soddisfatto. Un pomeriggio che rilancia l’Empoli, in campo ed in classifica.

Fonte: SkySport

Commenti