Poker di Mertens, Napoli show: 5-3 al Toro

NAPOLI-TORINO 5-3 
13’, 18’ su rig. 22’ e 80′ Mertens (N), 58′ Belotti (T), 70′ Chiriches (N), 76′ Rossettini (T), 84′ rig. Iago Falque (T)

Chiamatelo Tris, anzi no. Non ci sono parole per Mertens, goleador in modalità climax: doppietta al Benfica, tripletta al Cagliari e poker (4 gol!) al Toro nel giro di 12 giorni. Il piccolo Dries, da falso nueve, è diventato un nove vero. Il numero 14 del Napoli è una certezza. Sembrano lontanissimi i tempi dell’eterno ballottaggio con Insigne. Ormai il paragone è con Higuain, senza essere blasfemi.
Le 7 reti messe a segno nelle ultime due gare di campionato rappresentano un record: nel primo tempo contro il Toro Mertens ha superato Hart tre volte in 9 minuti, dal 13′ al 22′. Il secondo gol è arrivato su rigore, sfatando il tabù a cui ha fatto riferimento Sarri, con sottile polemica, nella conferenza della vigilia.

Falso nueve, dieci in pagella – Il ciclone Mertens si abbatte sui granata spazzando via le speranze di Mihajlovic di fare punti al San Paolo, ma sul 3-0 i padroni di casa si fermano, pur avendo le occasioni per infierire. Lo stesso Mertens va vicino al poker e poi Callejon, che aveva servito l’assist dell’1-0, non è lucido sotto porta quando c’è da chiudere il match.  

Reazione Toro… – Dopo l’inevitabile strigliata dell’intervallo, il Toro che entra in campo nella ripresa è più agguerrito e nel primo quarto d’ora del secondo tempo trova il gol. Tanto per cambiare è il Gallo Belotti a fare centro: l’attaccante della Nazionale realizza così la rete numero 12 nelle 15 presenze di questo campionato, lo stesso bottino messo a segno nelle 35 partite giocate nella scorsa Serie A. Sei gol e un assist nelle ultime 5 presenze in campionato per lui, a segno anche nel derby.
Il Napoli è costretto a rifarsi sotto per non rischiare di andare nel panico incassando il temuto 3-2. E qui si dimostra squadra da Champions, tornando all’attacco con Callejon che dalla destra conclude un’azione da calcio a 5 lasciando a Chiriches il compito di calare il poker. Terzo gol in Serie A per il romeno, tutti davanti al pubblico del San Paolo. Sul risultato di 4-1 il match sembra chiuso, ma a un difensore risponde un difensore: Rossettini, su una respinta di Reina, riapre la partita. 

…e goleada – E chi poteva richiuderla, se non Mertens. Ancora il belga, con un gol straordinariamente bello, realizza il momentaneo 5-2, con quello che è il suo primo poker in A: l’ultimo in un campionato lo aveva realizzato in Eredivisie contro il Roda con la maglia del PSV, nel settembre 2011. In Serie A, invece, l’ultimo giocatore prima di lui a realizzare un poker era stato Berardi contro il Milan (nel gennaio 2014). Giunti a sette reti, non è finita. C’è un altro rigore, stavolta per i granata. Iago Falque supera Reina e chiude il match sul 5-3.

La classifica – Con questo successo la squadra di Sarri sorpassa il Milan e si porta al terzo posto a -1 dalla Roma. Toro fermo a quota 25 punti. Un altra battuta d’arresto per i granata, dopo il ko nel derby.

Fonte: SkySport

Commenti