Lazio-Fiorentina 3-1: sorpasso riuscito, biancocelesti al terzo posto

Lazio-Fiorentina 3-1: sorpasso riuscito, biancocelesti al terzo posto(ansa) ROMA – Prova di forza della Lazio. All’Olimpico, nel posticipo della 17/a giornata di serie A, la squadra di Simone Inzaghi batte 3-1 la Fiorentina, sorpassa il Milan e aggancia il Napoli al terzo posto a un solo punto dalla Roma. In un match ricco di emozioni, Immobile e compagni portano a casa un successo fondamentale in chiave Europa: tre punti che permettono ai capitolini di entrare in piena zona Champions e ricacciare dietro la squadra di Paulo Sousa che, in caso di vittoria, si sarebbe fatta sotto a soli due punti. E ora per i biancocelesti c’è l’Inter per chiudere in bellezza il 2016.

PROVA DI MATURITA’ PER LA LAZIO – Successo meritato quello dei padroni di casa che, dopo aver imposto il proprio gioco nel primo tempo, hanno sofferto per gran parte della ripresa dopo l’ingresso in campo dell’ex (fischiatissimo) Zarate. Inevitabile la rete che ha chiuso il match con la viola completamente sbilanciata in avanti alla disperata ricerca del pareggio. Prova di maturità per la squadra di Inzaghi, capace di saper soffrire respingendo con tenacia e caparbietà ogni sortita offensiva ospite. Sousa, invece, dovrà lavorare molto per rimediare a questa batosta psicologica. Ilicic che sbaglia il secondo rigore da quando è in serie A, tutti e due in questa stagione, la dice lunga sul tipo di pressione mentale che sta vivendo in questo momento la squadra chiamata alla risalita in classifica. Il tecnico non è mai stato così in bilico.

KEITA E BIGLIA ILLUMINANO L’OLIMPICO – La Lazio si butta subito in avanti per non rischiare nulla e al 9′ Tatarusanu si affida al suo istinto per salvare sulla linea di porta un colpo di testa ravvicinato (su calcio d’angolo) di Bastos. La viola risposta con un rasoterra centrale di Bernardeschi da fuori; al 21′ un destro di Immobile dagli undici metri sfiora la traversa. E’ il campanallino d’allarme per Tatarusani che 2′ più tardi non può nulla sul diagonale di Keita, al quinto gol stagionale. Bella l’azione che manda in rete il senegalese: Anderson scende sulla destra e dai 20 metri di destra la mette in mezzo (velo di Cataldi) per Milinkovic Savic che vede e serve l’inserimento alle sue spalle di Keita che col destro fa esplodere l’Olimpico. La reazione ospite è velleitaria, Marchetti blocca centralmente solo su un colpo di testa di Bernardeschi, ma in pieno recupero Tomovic frana addosso a Milinkovic Savic e Irratti indica il dischetto: tiro forte e centrale di Biglia e Lazio che va sul 2-0.

LE PAGELLE

ILICIC SBAGLIA, RADU NO – Nella ripresa, pronti via, e Biglia aggancia in area il neo-entrato Cristoforo: per Irrati non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Ilicic che in questa stagione ha già fallito dagli undici metri. Lo sloveno sceglie l’angolo alla sinistra di Marchetti, lo stesso che sceglie il portiere biancoceleste che vola a deviare in angolo. Si resta sul 2-0 quando Sousa decide di mandare in campo Mauro Zarate e l’argentino non ci mette molto a punire la sua ex squadra: al 19′ l’ex biancoceleste raccoglie un passaggio dalla destra di Tello e di potenza, a porta vuota, infila in rete. Il gol immobilizza i padroni di casa e sveglia gli ospiti con Bernardeschi che ci prova due volte da fuori trovando un attento Marchetti. La Fiorentina preme, la Lazio resiste e allo scadere, con la squadra di Sousa tutta sbilanciata in avanti, affonda il colpo per il definitivo 3-1 con un contropiede da manuale innescato da Immobile e concluso dal sinistro di Radu. Finisce così all’Olimpico con i biancocelesti che ora sognano in grande.

FIORENTINA-LAZIO 3-1 (2-0)
LAZIO (3-5-2): Marchetti; Bastos, De Vrij, Radu; Felipe Anderson (32′ st Wallace), Cataldi (39′ st Murgia), Biglia, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Keita (23′ st Kishna). (Strakosha, Vargic, Basta, Patric, Hoedt, Lukaku, Lombardi, Luis Alberto, Rossi). All. Simone Inzaghi
FIORENTINA (4-2-3-1): Tatarusanu; Tomovic (1′ st Cristoforo), De Maio, Astori, Olivera; Sanchez, Vecino; Tello (35′ st Chiesa), Ilicic (14′ st Zarate), Bernardeschi; Kalinic. (Lezzerini, Dragowski, Diks, Milic, Maistro, Perez, Babacar). All. Paulo Sousa
MARCATORI: 23′ Keita, 46′ pt (rig.) Biglia; 19′ Zarate (F), 45′ st Radu
ARBITRO: Irrati di Pistoia
NOTE: serata fredda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Tomovic, Olivera, Bastos, Bernardeschi, Astori, Sanchez. Angoli: 5-5. Recupero: 3′; 4′.

calcio

serie A
lazio-fiorentina
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti