Il punto sulla A

Si è conclusa con il posticipo tra Juventus e Bologna, l’ultima giornata del girone di andata del massimo campionato. Tutto si è svolto secondo pronostico. Le grandi hanno vinto tutte, dalla Juventus, campione d’inverno al Milan. Tuttavia,  a parte i bianconeri che hanno avuto vita facile contro i felsinei, battuti per 3 a 0, le altre,  a cominciare dal Napoli, sabato scorso hanno faticato non poco, riuscendo solo nel finale ad avere la meglio sugli avversari. La classifica dunque rimane invariata per quanto riguarda la vetta; Juve prima con 45 punti ma con una gara in meno, Roma seconda a 41, il Napoli,  terzo a 38, la Lazio a 37 ed infine il Milan a 36, tuttavia anche  i rossoneri devono recuperare una gara. Dando per scontata l’imbattibilità della squadra di Allegri,  per quanto concerne il titolo, l’attenzione del campionato si sposta adesso sull’avvincente lotta per la piazza d’onore, oggi appannaggio dei giallorossi.  La più accreditata rivale della Roma resta il Napoli che insegue a tre punti di distanza, in virtù dello scontro diretto perso a Fuorigrotta.  La squadra di Spalletti e quella di Sarri, a mio avviso,  se la giocheranno fino all’ultimo. Alle spalle delle prime cinque sta salendo prepotentemente l’Inter di Pioli, alla quarta vittoria di fila in campionato. I nerazzurri hanno un potenziale tale da dar fastidio a tutti ed un suo inserimento in zona Champions, nelle prossime partite non è affatto da escludere. Intanto anche l’Atalanta sembra fare sul serio: con il  sonante successo sul Chievo in trasferta gli orobici si mantengono nelle zone alte della classifica, a dispetto di quanti pronosticavano l’undici di Gasperini solo una meteora. Non si è giocata la gara tra Pescara e Fiorentina per neve. A proposito della compagine abruzzese, sembra ormai impossibile un suo ritorno di fiamma in chiave salvezza. Stessa cosa dicasi per Crotone e Palermo, ancora una volta sconfitte, rispettivamente all’Olimpico, sponda biancoceleste e ad Empoli. Dunque a meno di improbabili miracoli, queste tre formazioni sono con un piede in cadetteria. A centro classifica galleggia il Sassuolo, pari interno col Toro, il Bologna nonostante il k o allo Stadium e l’Udinese che ha tenuto testa molto bene ai nerazzurri.

Commenti

Questo articolo è stato letto 1218 volte