Torino, verso il Milan: si ferma Castan

Leandro Castan, difensore del Torino (getty)

Per il Torino alle porte c’è un doppio impegno contro il Milan: giovedì sera, in Coppa Italia, e lunedì, nel monday night casalingo di Serie A. Dopo la pallida prestazione di Reggio Emilia, il messaggio di Mihajlovic alla squadra è stato chiaro: così non va. Una settimana, questa, che può dunque servire da rampa di lancio per i granata, chiamati ad aumentare il ritmo per rincorrere l’obiettivo prefissato, ovvero la qualificazione in Europa League.

Si ferma Castan – Nell’allenamento pomeridiano, in preparazione alla trasferta di Milano, qualche problema muscolare per Leandro Castan: “Sessione tecnico-tattica in vista della partita di Tim Cup contro il Milan, giovedì sera alle 21. Al termine Castan ha riferito un dolore ai muscoli flessori della coscia sinistra che sarà oggetto di valutazioni nella giornata di domani. Il programma di mercoledì 11 gennaio prevede la seduta di rifinitura pomeridiana, a porte chiuse, cui seguirà la partenza per il ritiro prepartita di Milano”, comunica il sito ufficiale granata.

Bilancio – Le somme del girone di andata le ha tirate Sinisa Mihajlovic, al termine della gara disputata domenica e terminata 0-0: “29 punti in un girone sono pochi per l’Europa. E’ un record per il Torino, ma servirà di più se vogliamo andare in Europa. Dobbiamo superarci, giocare contro noi stessi per arrivare a centrare questo difficile obiettivo. Non molliamo: andiamo per la nostra strada e i conti li faremo alla fine”.

Mercato – Intanto, la testa del Toro è anche al mercato. Iturbe è arrivato dalla Roma e anche Carlao, difensore 30enne ex APOEL, è stato ufficializzato. Nel weekend è arrivata anche l’importante chiusura per Belotti, che, a quanto riferito dal presidente Cairo, non partirà per meno di 100 milioni: “Belotti – ha detto dopo la gara contro il Sassuolo – ha una clausola da 100 milioni nel suo contratto. Non prenderemo in considerazione nessuna offerta sotto quella cifra. Arrivassero questi soldi non saremmo nella condizione di non accettare, ma è una cifra talmente alta che non credo arriveranno. Me lo tengo stretto e anche oggi voglio sottolineare che ha fatto grandi cose. Ha dato dimostrazione di grande determinazione e qualità”.

Fonte: SkySport

Commenti