Napoli, Sarri: “Mertens è fortissimo. E date a Maradona le chiavi della città”

Napoli, Sarri: "Mertens è fortissimo. E date a Maradona le chiavi della città"Maurizio Sarri (lapresse) NAPOLI – Tre punti, Mertens e Maradona. Maurizio Sarri ha commentato il successo del San Paolo sul Pescara, nono risultato utile consecutivo in campionato per il suo Napoli, ma non solo: “Non abbiamo mai sofferto. Nel primo tempo non siamo stati pericolosi come lo siamo di solito, anche per merito del Pescara che faceva molta intensità davanti alla loro area”. Nonostante il 3-1 finale, la sua squadra ha faticato a costruire nel primo tempo: “E’ una cosa abbastanza normale, succede a tutti – ha aggiunto – queste squadre quando si difendono così sono difficili da affrontare, poi nell’ultima mezz’ora sono calati e si sono aperti molti più spazi. Abbiamo dominato, gestito il vantaggio e sono arrabbiato per il gol preso nel finale. Potevamo evitarlo”. Sull’esplosione di Mertens. “A me sembrava molto bravo anche prima. E’ fortissimo a spezzare le partite a gara in corso quindi spesso viene inserito dopo. E’ forte come esterno, come seconda punta e anche come prima – ha detto Sarri – forse fino adesso aveva reso meno rispetto a quelle che sono le sue qualità”.

NAPOLI-PESCARA, IL FILM DELLA PARTITA

Su un possibile incontro con Maradona, il tecnico azzurro ha detto: “Lui è il Re assoluto di Napoli, dovrebbe avere le chiavi del centro d’allenamento, del San Paolo e della città di Napoli. E’ l’emblema di una città. Se avessi la fortuna di incontrarlo sarebbe molto emozionante per me”. Il Napoli viaggia ad alta velocità, ma non sembra ancora all’altezza della prima della classe: “Non mi interessa della Juve, vince da tanti anni e ha uno zoccolo duro a livello di gruppo e si è costruita una grandissima mentalità. Ha la capacità di vincere anche quando non dà spettacolo ma mi sembra normale – ha spiegato – è la società più forti d’Italia e una delle più forti in Europa. Non solo hanno qualcosa in più di noi, ma hanno qualcosa in più di tutti”. Infine sulle panchine di Pavoletti e Gabbiadini. “Perché la partita mi ha portato verso altre scelte e verso altre strade. Il rigore dato al Pescara? Così non sembra ma a velocità normale mi sembrava rigore anche dalla panchina”, ha concluso Sarri.
 

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
Maurizio Sarri

Fonte: Repubblica

Commenti