Diego Lopez a Palermo: “Opportunità unica”

Diego Lopez all’aeroporto di Palermo: sarà il nuovo allenatore rosanero

L’ex Cagliari e Bologna sarà il nuovo allenatore del Palermo e sederà in panchina già domenica a Napoli. “So che è difficile, ma credo anche io nella salvezza. Ho parlato con Zamparini di questa e della prossima stagione”, ha detto all’arrivo in Sicilia

Il Palermo riparte da Diego Lopez, ennesimo volto che si sederà sulla panchina rosanero in questa stagione. Sarà il quarto, dopo Ballardini, De Zerbi e Corini, quest’ultimo esonerato dopo la partita contro l’Inter. L’ex Cagliari e Bologna sarà dunque chiamato all’impresa non facile di condurre il Palermo alla salvezza, ora distante ben 11 punti. Lopez è arrivato all’aeroporto di Punta Raisi nella mattinata di giovedì, pronto a firmare un contratto biennale con il club del presidente Zamparini, che proprio dopo gli incontri milanesi dei giorni scorsi si è convinto di scegliere l’uruguaiano per la panchina.

Le prime parole – “Penso che sia un’opportunità unica per me. Palermo è una piazza importante, ieri ho incontrato Zamparini e mi ha ha fatto molto piacere perchè mi ha chiesto di far bene e ci crede. Sappiamo che è una situazione complicata, ma anche io credo nella salvezza. Occorre lavorare e parlare poco. Ho la fiducia del presidente e del ds Salerno, me la tengo stretta”, ha detto Lopez appena arrivato in città. A breve condurrà anche il primo allenamento con la sua nuova squadra, in attesa del difficilissimo esordio di domenica contro il Napoli”.

Sguardo (anche) al futuro – “Di facile non c’è niente – ha proseguito Lopez –  il presidente ha parlato di questa stagione ma anche del prossimo anno. Questo fa si che si pensa a qualcosa di importante. Mercato? Ne parla il direttore Salerno, io non ho chiesto niente. Penso che la fiducia sia la prima cosa importante per proseguire. I tifosi Vanno rispettati perché so i sacrifici che fanno, sono stato 20 anni a Cagliari e capisco cosa significa stare in un’isola. Serve rispetto, bisogna sudare e lavorare e dimostrare sul campo il potenziale. Con il rispetto si va ovunque”.

Corini, dopo le dimissioni – “Credo di essere stato sufficientemente esaustivo quando ho avuto la possibilità di parlare in precedenza. Questa è una decisione che ho preso con coscienza e con lucidità, che mi procura grande sofferenza ma mi sembrava quella più giusta e più logica in questo momento”, ha detto Corini dopo aver rassegnato le dimissioni. “Vi ringrazio, sapete cosa penso di questa società e di questa piazza, ribadisco l’affetto estima che si sono sempre stati e che ci saranno a prescindere”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 240 volte