Pro Vercelli, Longo: “Ko duro, aspettiamo Vives”

Moreno Longo, allenatore della Pro Vercelli (lapresse)

“Come ha detto il presidente, il calcio è fatto di cinismo e concretezza, loro sono stati più bravi. Hanno capitalizzato le occasioni che hanno avuto. Noi non siamo riusciti a concretizzare quello che abbiamo creato”. Così ha parlato Moreno Longo dopo la sconfitta 2-1 in casa contro il Trapani, pesante in funzione salvezza: “Risultato difficile da digerire, ma dobbiamo andare avanti con questa voglia. Sappiamo che dobbiamo migliorare, è una battuta d’arresto dopo un periodo in cui le cose andavano bene. Lecchiamo le ferite e ripartiamo”.

Crescita – “La squadra è cresciuta sotto l’aspetto della personalità e nel gioco, ma questo non basta: dobbiamo trovare la continuità. Ci vuole equilibrio: quando vinci con squadre forti non sei un fenomeno e quando perdi con l’ultima non sei uno scappato di casa. Quando si subisce gol c’è sempre un errore o una situazione dove si può migliorare. Sul gol di Pagliarulo non si poteva fare nulla; su Barillà potevamo essere più bravi a uscire, ma l’ha infilata all’incrocio dei pali. I se e i ma stanno a zero, ripartiamo da quanto fatto di buono. La settimana di lavoro era stata preparata per affrontare il rombo, nel secondo tempo si sono messi a specchio con il 3-5-2: chi vince più duelli prevale sull’altro. Comunque anche nel secondo tempo abbiamo fatto abbastanza bene. Non siamo stati cinici. Errore di Comi? Penso sia stato l’emblema della partita: un rigore in movimento, ma oggi ci è andato tutto storto”.  

Tra campo e mercato – “Aramu? Ha avuto un problema alla caviglia nella rifinitura, non era praticamente a disposizione; è un ragazzo che ci darà una mano presto; idem per Gianmario Comi. Vajushi? Ha fatto un tempo in amichevole, nel giro di due o tre settimane sarà a disposizione. Vives? Lo aspettiamo alla ripresa degli allenamenti: lunedì si aggregherà al gruppo, ci darà una mano. Manca un difensore? Può darsi, se giochiamo con la difesa a tre forse manca un giocatore a livello numerico; ma ci sono Berra e Konate. Non è una priorità assoluta, soprattutto se giocheremo a quattro. Cerchiamo un sostituto di Mustacchio”, ha concluso Longo.

Fonte: SkySport

Commenti