Spezia, presentato Giannetti: “Che bello tornare”

Niccolò Giannetti, nuovo attaccante Spezia in prestito dal Cagliari (acspezia.com)

L’attaccante bianconeri, arrivato a gennaio dal Cagliari, ha parlato in conferenza stampa dei suoi obiettivi: “Volevo fortemente tornare, ora voglio lavorare”. Sulla prima parte di stagione in Sardegna: “Avevo concorrenza importante, le occasioni sono state poche”

“Posso solo ringraziare la Società per l’enorme fiducia riposta nei miei confronti. Mi hanno fatto sentire un giocatore importante e per me in questo momento era fondamentale sentirla, dato che sono reduce da sei mesi in cui ho visto poco il campo e ho voglia di tornare a dimostrare il mio valore”: queste le prime parole di Niccolò Giannetti, rinforzo invernale dello Spezia, arrivato in prestito dal Cagliari. Per lui è un ritorno, dato che in bianconero ha già giocato nella stagione 2014-2015. “Ho voluto fortemente tornare qui e cercherò di parlare il meno possibile, lasciando spazio al lavoro sul campo perchè è quello che si fa dentro quel rettangolo verde a contare davvero. Ho conosciuto ieri mister Di Carlo, l’impressione è stata ottima, si vede che è un grande motivatore e che ama lavorare, non vedo l’ora di scendere in campo e di poter dare il mio contributo”.

Sulla decisione – “Il Cagliari quest’anno ha una rosa importante e un reparto avanzato che vanta calciatori di categoria, io ero al primo vero campionato di Serie A, ho avuto poche occasioni, ma dal canto mio non sono nemmeno riuscito a mettermi in mostra come avrei voluto: per me è stata comunque un’esperienza importante. La mia è stata una decisione ponderata, l’intenzione era di tornare a giocare, ritrovare il campo e dimostrare di poter essere un giocatore da Serie A, così ho scelto lo Spezia sia per il progetto che per un valore affettivo nei confronti di una piazza e di una società che mi hanno dato veramente tanto”.


Sulla Serie B
– “È un campionato lungo e tosto, tutto può accadere e fino all’ultimo è sempre difficile fare previsioni, ma di sicuro con due-tre vittorie consecutive si può scalare una classifica particolarmente corta: la continuità è determinante. Nella passata stagione a Cagliari avevamo una rosa davvero importante per la categoria, tutti remavano dalla stessa parte e insieme riuscimmo a superare anche periodi difficili. Quest’anno il Verona è senza dubbio la corazzata, ma in tante possono ambire alla promozione, sia diretta che tramite i playoff. Sono soltanto ad un punto di distanza, il recupero di giocatori importanti e l’apporto dei nuovi mostrerà sicuramente uno Spezia ostico e duro da battere”.

Il benvenuto del presidente
– “Niccolò è già stato giocatore dello Spezia – ha detto il numero uno spezzino Corradino – e lo conosciamo bene sia come uomo che come calciatore. E’ un giocatore da Serie A e per noi è motivo di grande soddisfazione che ci abbia scelto e voglio ringraziarlo pubblicamente dato che aveva diverse alternative, così come voglio ringraziare il Cagliari che ci ha consentito di avere con noi Niccolò, riconoscimento alla serietà dello Spezia Calcio e segno di grande considerazione. È un mio pallino da anni, purtroppo lo ricordo bene anche da avversario, ed ora siamo veramente felici di poterlo riabbracciare, augurandoci che i prossimi mesi siano luminosi e che Giannetti possa aiutare lo Spezia a scrivere nuove pagine di storia. Infine, voglio esprimere la mia grande soddisfazione per l’operato di questo mercato di gennaio che ha portato tre calciatori di grande qualità attraverso una campagna mirata, che ha rafforzato la rosa con intelligenza, merito anche di una Proprietà che, in barba a tante voci che puntualmente escono fuori, ha dimostrato ancora una volta la propria ferma volontà di portare in alto lo Spezia”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 108 volte