Higuain-Icardi: il sondaggio Sky premia il Pipita

Gonzalo Higuain, 29 anni, alla Juventus dal 2016, e Mauro Icardi, 23, dal 2013 all’Inter di cui è capitano (Foto Getty)

La risposta definitiva la darà la Storia. La domanda, invece, l’avevamo in testa da un po’, leggendo la classifica marcatori dominata alla pari a pochi giorni da Juventus-Inter, con i loro gol pazzeschi negli occhi (15 a testa) e i boati dei tifosi nelle orecchie, ogni domenica. Gonzalo Higuain e Mauro Icardi, i migliori attori protagonisti del cinema italiano del gol, uno contro l’altro.

IL SONDAGGIO
Numeri 9, bomber di razza e di “garra”, amati, chiacchierati, insultati, ma sempre e comunque inarrestabili davanti a una porta. La domanda è semplice e insieme impossibile: chi è più forte tra i due? Abbiamo lasciato a voi la risposta, attraverso il nostro sondaggio su Sky Sport 24 e sull’app di Sky Sport. Tra i due bomber voi avete scelto il Pipita, che con i vostri voti ha battuto Icardi: 53% di preferenze per l’attaccante della Juve, contro il 47% per Maurito.

HIGUA ANCHE MANCINO, MAURO DI TESTA
Quindici sono i gol che Higuain e Icardi hanno segnato in questo campionato: solo Dzeko ha retto il passo, Belotti segue a una lunghezza. Li hanno fatti belli e pesanti, come quelli di Gonzalo nel derby di Torino o nello scontro diretto con la Roma, o quelli di Maurito proprio contro la Juve o negli ultimi minuti di partite (vedi Pescara e Torino) che sembravano già chiuse. Più abile con tutti e due i piedi Higuain, meglio di testa Icardi: entrambi hanno infilato 9 gol di destro, ma Gonzalo è a quota 5 di sinistro, quanti quelli di Mauro con la cabeza.
 

MEDIA GOL DA URLO
Giocano con la squadra ma rimangono killer da area di rigore: calciando da fuori l’hanno infilata solo una volta a testa. Mestiere centravanti, specializzazione fenomeni: un gol ogni 99 minuti per lo juventino, uno ogni 132 per l’interista che però, quest’anno, si è scoperto anche uomo assist. Ne ha offerti 8 ai compagni, mentre Higuain – fermo a 1 – qui “può accompagnare solo”. Gonzalone, la cui media realizzativa è cresciuta di pari passo con la sua molto presunta pancia, si consola con un tasso di conversione altissimo: il 30,6% dei suoi tiri (49 in totale) diventano gol. Un po’ meno Icardi (22,06%) che però ha creato più occasioni: ben 68 fin qui.

ICARDI (POCO) MEGLIO DEL GIOVANE GONZALO
La scelta, ci rendiamo conto, è durissima. Tifosi della Juve e dell’Inter: fareste cambio con l’altro? E tutti gli altri, fra i due chi prenderebbero nella loro squadra? Siamo sicuri che non sarà un plebiscito per nessuno. Perché se è vero che Higuain sta dimostrando di valere quel che è stato pagato, Icardi ha dalla sua l’età, 6 anni in meno: mezza carriera. Gonzalo è all’apice, Mauro – crediamo – può crescere ancora tanto.

Alla sua età precisa (23 anni e 349 giorni) Higuain era al Real già da tempo: aveva segnato 104 gol in 226 partite da professionista, roba da pazzi. Eppure, senza Champions né una squadra galattica alle spalle, Icardi – giovanissimo capitano – fin qui è riuscito a tenere una media migliore: 80 gol in 166 presenze, 0,48 a partita contro lo 0,46 del giovane Higuain. Praticamente uguali, loro che in comune hanno ruolo, nazionalità, numero di maglia e forse anche numero di “haters”.

I MODELLI? BATISTUTA E RONALDO
Icardi si presentò all’Inter dicendo “somiglio a Batistuta”, ma oggi è un mix letale tra Vieri e Trezeguet. Higuain alla sua prima conferenza da juventino raccontò: “mi ispiro a Del Piero”, oggi ribadisce che il suo idolo era Ronaldo. Ma lui, a Maradona, ricorda Batigol e Crespo.

Un’università dei cannonieri da cui Icardi e Higuain hanno imparato così bene da essere diventati a loro volta un’ispirazione. Potrebbero giocare insieme con l’Albiceleste, se il ct Bauza cominciasse a convocare l’attaccante dell’Inter. Uno che, come numeri, vale Higuain. E viceversa. Non vi resta che godervi lo spettacolo e fare la vostra scelta. Comunque vada, sarà un successo.

Fonte: SkySport

Commenti