Crotone-Roma 0-2, i giallorossi si riprendono il secondo posto

CROTONE – La Roma ha espugnato Crotone, vincendo per 2-0 il lunch match della ventiquattresima giornata della serie A. I giallorossi si sono imposti con merito (colpendo anche due legni) ma non hanno brillato come nel match interno di martedì contro la Fiorentina. Hanno deciso la gara il solito Nainggolan e il capocannoniere del campionato Dzeko che nel primo temoo ha fallito anche un rigore. I capitolini hanno riconquistato così il secondo posto in classifica, ai danni del Napoli, e hanno accorciato le distanze dalla capolista, in attesa di Cagliari-Juventus di questa sera. E’ iniziato dunque positivamente il tour de force di febbraio della Roma, che giovedì sera affronterà, in Europa League, il Villarreal in trasferta. Sono usciti a testa alta comunque i calabresi, per lunghi tratti dentro la sfida.

Nei padroni di casa, orfani soltanto di Rhoden, Davide Nicola ha puntato in avvio su un abbottonato modulo 5-4-1, schierando Rosi, Ceccherini, Dussenne, Ferrari e Mesbah a protezione di Cordaz; Acosty, Capezzi, Crisetig e Tonev lungo la linea mediana; con il solo Falcinelli in attacco. Negli ospiti, privi degli indisponibili Florenzi e Totti, Luciano Spalletti ha confermato lo schema delle ultime uscite, ovvero il 3-4-2-1. In scena dal primo minuto Manolas, Fazio e Rudiger, schierati davanti a Szczesny; Bruno Peres, Strootman, Paredes ed Emerson, a presidio del centrocampo; con Salah (tornato titolare dopo oltre un mese) e Nainggolan a sostegno di “croce e delizia” Dzeko.

Il centravanti giallorosso, oltre al gol siglato, ha fallito un penalty nel corso del primo tempo (secondo errore dagli undici metri per il bosniaco in questo campionato) e ha colpito una traversa (sesto legno stagionale per lui). In campo solo nell’ultimo quarto d’ora l’acciaccato De Rossi; relegato in panchina El Shaarawy. Dopo un buon tiro di Tonev, all’11’, bloccato da Szczesny, la gara è entrata nel vivo intorno al quarto d’ora. Ferrari ha spinto nella propria area di rigore Salah e l’arbitro Russo (se segnalazione dell’assistente di porta) ha fischiato il penalty. Dagli undici metri ha mancato il bersaglio Dzeko. Al 20′, poi, su un un cross di Emerson, Salah ha colpito di testa da due passi ma ha spedito la sfera sopra la traversa. Un minuto dopo ci ha provato nuovamente Tonev ma Szczesny ha risposto presente. Al 40′, infine, è giunto il vantaggio dei capitolini: Nainggolan ha scambiato bene con Salah e, dopo un controllo complicato, ha trafitto Cordaz con un diagonale di destro potente e preciso.

Stessa musica nella ripresa. Al 13′, dopo una gran giocata sempre del trequartista belga, Dzeko con un tiro mancino (leggermente deviato da un difensore) ha colpito la traversa. Sul susseguente corner Fazio di testa ha centrato il palo. Un minuto più tardi il portiere della Roma si è opposto bene ad Acosty (tiro violento da fuori area). Poco dopo la mezzora il colpo decisivo dei giallorossi: Paredes ha servito Salah in profondita’, sul cross dell’egizioano Dzeko ha colpito da due passi a porta sguarnita. Qui, di fatto, si sono chiuse le ostilità.

as roma

crotone calcio
serie A
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti