Anteprima partita

Prosegue il periodo infernale per il Napoli di Sari che domani pomeriggio all’Olimpico di Roma dovrà affrontare nell’anticipo della ventisettesima giornata di serie A,  i giallorossi di Spalletti nel derby delle squadre scontente dell’ultimo turno di Coppa Italia. La seconda e la terza del campionato si scontreranno in match da sei punti. Ma mentre alla Roma potrebbe star bene anche un risultato di parità visto che manterrebbe a debita distanza gli azzurri,  al Napoli serve un successo per cullare sogni di gloria e per salvaguardare almeno il terzo posto. Sta di fatto che entrambe le formazioni hanno deluso rispettivamente contro Lazio e Juve e domani intendono riscattarsi. La Roma parte col favore del pronostico, la formazione di casa all’Olimpico finora ha sempre vinto, per cui il fattore campo in questo caso gioca un ruolo molto importante. Dal canto loro gli uomini di Sarri non possono permettersi altri passi falsi, per cui si preannuncia una gara molto combattuta. Per quanto riguarda le formazioni, l’allenatore partenopeo non ha ancora sciolti i dubbi riguardo il centrocampo e l’attacco mente nel reparto arretrato sono sicuri i rientri dei due esterni bassi Hysaj e Ghoulam, quindi anche i difensori centrali Koulibaly ed Albiol, dovrebbero essere al loro posto. Nella linea mediana, ballottaggio Diawara- Jorgihno e Allan Zielinsky, mentre il tridente d’attacco potrebbe tornare ad essere  formato dai tre piccoletti. Per quanto concerne la Roma,  è in dubbio la presenza di Nainggolan, uscito acciaccato dal derby. Ma il centrocampista ex Cagliari potrebbe anche essere della partita. Dando un’occhiata alle statistiche il Napoli non segna una rete all’Olimpico contro i giallorossi dal 2013, con Cavani. D’altronde il Napoli contro la Roma fuori casa non gode di una tradizione favorevole avendo perso ben 39 incontri su 79 disputati in passato,  per il resto 10 successi e 30 pareggi. L’ultima vittoria dei partenopei risale al febbraio del 2011, allorché il risultato arrise al Napoli per 2 a 0 in virtù della doppietta di Cavani.

Commenti