Pro Vercelli a Terni, Migliaccio: “Siamo pronti”

Comi esulta dopo il primo gol con la Pro Vercelli (lapresse)

L’allenatore in seconda dei piemontesi pensa al turnover per il match di Terni: “Parleremo con la squadra, abbiamo faticato tanto nelle ultime settimane”. Possibilità di allontanarsi ulteriormente dalle zone calde della classifica: “Siamo pronti, stiamo bene”

Contro la Ternana si chiude il cerchio di otto match in un mese per la Pro Vercelli. La squadra piemontese è in risalita e arriva da un buon periodo. In casa degli umbri la possibilità di allungare ancora sulla zona retrocessione: “La squadra sta bene – ha detto Dario Migliaccio (allenatore in seconda di Longo) in conferenza stampa – con due turni infrasettimanali il dispendio di energie fisiche e mentali è stato notevole. Siamo consapevoli dell’importanza della sfida di domani, siamo pronti”.

Turnover – Tanta fatica nelle ultime settimane, possibili diversi cambi: “Ci stiamo pensando: abbiamo qualche idea, parleremo ancora con i ragazzi”, ha continuato Migliaccio. “Luperto si aggrega alla squadra, ma lo valuteremo: gli altri indisponibili non sono recuperati. Sapendo l’importanza della partita, tutti dovranno tirare fuori quel qualcosa in più: ma valuteremo attentamente chi potrà scendere in campo e chi avrà bisogno di riposare.

Sulla Ternana – “Proveranno a fare la partita, cercando di vincerla per tanti motivi: noi, con l’esperienza di Cesena, dobbiamo essere consapevoli di aver fatto quel salto di poter affrontare ogni partita allo stesso modo, sia in casa sia in trasferta. Quella di domani è la partita della maturità, il percorso di crescita passa anche da una partita importante come quella di domani. Dobbiamo essere pronti e non sbagliare l’approccio”. Un passo indietro al pareggio con l’Avellino: “Nel momento in cui l’Avellino si difende in 9, ai difensori si chiede anche di poter impostare l’azione: quando ci sono pochi spazi, ci vuole pazienza per trovare l’episodio che sblocchi la partita. Se non c’è spazio, l’azione deve necessariamente partire da dietro. L’Avellino si è trovato a fare la sua partita perfetta, stando dietro dopo esser passato in vantaggio. Per noi è stata la partita più complessa, ma siamo stati bravi a trovare la voglia e ad avere la volontà di lottare fino alla fine e trovare il gol. Legati nel finale ha fatto il terzino e da un suo cross è arrivata l’azione del rigore”.

Fonte: SkySport

Commenti