Real, i numeri della squadra di Zizou in trasferta

Cristiano Ronaldo e Gareth Bale si allenano al San Paolo alla vigilia di Napoli-Real Madrid (Getty)

Nelle ultime 40 gare giocate lontano dal Bernabéu, i Blancos hanno vinto 24 volte, pareggiato 11 e perso 5. Cinque sono anche le volte in cui gli spagnoli non sono riusciti a segnare e sono andate sotto di due reti: in una sola occasione il Madrid ha perso con due gol di scarto

Giornata di Champions League, giornata di verdetti. Napoli e Real Madrid si sfidano nel ritorno degli ottavi di finale e nelle prossime ore sarà chiaro quale sarà la squadra a passare al turno successivo. C’è chi crede che il risultato dell’andata (vittoria del Real in rimonta grazie alle reti di Benzema, Kroos e Casemiro) sia ribaltabile, chi sostiene che nulla sia ancora deciso e chi crede che il San Paolo alla fine farà la differenza in favore della squadra di Sarri. E poi ci sono le analisi, che vedono un Real poco brillante in questa fase della stagione – soprattutto nelle ultime uscite – e che fotografano l’andamento della squadra di Zidane nelle in trasferta in Liga e in Champions. Il Napoli può credere nella rimonta?

Numeri e statistiche –
Se si considerano le gare giocate in trasferta nelle ultime due stagioni (40) il bilancio è di 24 vittorie, 11 pareggi e 5 sconfitte. Le partite in cui i Blancos non sono riusciti a segnare sono 5 e in queste occasioni 3 sono finite in pareggio (che sarebbe inutile per il gruppo di Sarri) e due sono state le sconfitte. Per passare il turno in Napoli dovrebbe vincere con due gol di scarto, cosa accaduta soltanto una volta al Madrid in queste 40 gare considerate – Wolfsburg-Real Madrid 2-0 del 6 aprile 2016, tedeschi in gol al 18′ e al 25’. Ci sono poi le partite in cui il Real è sì andato sotto di due reti, ma è poi riuscito a segnare, in alcune occasioni ribaltando il match e chiudendo i novanta minuti con una vittoria. Contro il Siviglia (novembre 2015) la squadra allora di Benitez passò in vantaggio con Sergio Ramos ma venne poi rimontata dai gol di Immobile, Banega e Llorente e solo al 90’ James segnò il 2-3 che non evitò comunque la sconfitta alla squadra. Andamento simile anche nella gara con il Valencia di Zaza dello scorso 22 febbraio: squadra sotto di due reti nei primi nove minuti e gol (inutile ai fini della vittoria finale) di Cristiano. 

Primi minuti decisivi – Pochi giorni dopo il ko del Mestalla CR7 e compagni sono invece riusciti a completare la rimonta contro il Villarreal: 0-0 dopo i primi 45 minuti e sottomarino giallo avanti 2-0 dopo 10’ della ripresa; poi i gol di Bale, Ronaldo e Morata a rimettere a posto le cose – così come era accaduto contro il Rayo il 23 aprile 2016. Numeri che fotografano l’andamento dei Blancos in trasferta e da cui si può notare che le ultime due gare con il Real sotto di due reti in trasferta sono molto recenti. A queste si può aggiungere anche l’ultimo risultato ottenuto al Bernabéu contro il Las Palmas: anche in questo caso i ragazzi di Zidane sono andati sotto di due reti dopo l’iniziale vantaggio di Isco e sono poi riusciti a rimontare fino al 3-3 negli ultimissimi minuti di gara; a fotografare un momento non ottimale in trasferta ma nemmeno in casa. In 4 delle 5 gare col Real sotto di due reti – inoltre – le avversarie hanno sfruttato i minuti iniziali (del primo o del secondo tempo) per creare il doppio vantaggio; un’altra indicazione su cui Maurizio Sarri potrà riflettere. L’obiettivo dell’allenatore azzurro – e della sua squadra – è quello di ‘rompere le scatole’ agli spagnoli, come dichiarato dallo stesso tecnico in conferenza stampa; Zidane sa che non sarà facile. Analisi e numeri lasceranno presto spazio al campo, il San Paolo è pronto a fare da cornice al grande match: gli azzurri cercano l’impresa.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 129 volte