Gli interventi di Toni Iavarone, Pierluigi Pardo, Giuseppe Bruno e Giulio Marinelli a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Toni Iavarone, giornalista

“Il Napoli ha giocato bene contro il Real Madrid, poi si è tirato da solo un colpo alla testa, ma non paragonerei il Napoli al Barcellona che ieri ha compiuto un’impresa storica. Parliamo di una squadra, il Barcellona, che è organizzata per vincere. Per pensare di raggiungere certi livelli c’è da sperare che i giovani del Napoli, tutti talentuosi, una volta cresciuti non vadano via attraverso un clausola rescissoria. Mertens e Insigne credo resteranno a Napoli mentre Ghoulam immagino andrà via”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“Al Psg ieri tremavano le gambe fin da subito. Il Barcellona ha giocato bene, ma non ha fatto la sua miglior partita. Se guardiamo la qualità del Barca, si può dire che in passato ci ha fatto assistere a match più belli per cui ci sono responsabilità evidenti da parte del Psg. Al di là dell’aspetto tecnico, alcune squadre sono più abituate di altre a giocare la Champions e questo pesa. Ciò che ha insegnato il Barcellona ieri è non mollare mai.

Non credo che il Napoli abbia problemi particolari, l’importante è crescere e mi è piaciuto molto il pubblico visto contro il Real. Certo, si poteva fare qualcosa di più, ma non mi sono piaciute le polemiche post gara. De Laurentiis ha costruito una realtà solida ed è indiscutibile però certe polemiche non fanno bene. Sarri è un ottimo allenatore, ha fatto giocare benissimo il Napoli e sta facendo crescere molti calciatori, ma sulla rotazione degli uomini ancora deve imparare qualcosa. E’ abbastanza curioso che prima Diawara e poi Rog improvvisamente esplodono e giocano le partite più complicate”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giuseppe Bruno, titolare del ristorante Bobò

“Quest’anno il Napoli ci ha fatto divertire tanto, ma adesso vorremmo anche vincere. Voglio ringraziare gli spagnoli che a Madrid ci hanno fatto sentire a casa.

Ieri è venuto al mio ristorante Jorginho e devo dire che la squadra è carica per cui non si farà buttar giù da questa sconfitta. Spero che il Napoli riesca a centrare il secondo posto anche perché la Roma sta calando.

Mertens è l’ultimo tocco del piatto, quello che esalta tutti i sapori”.

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giulio Marinelli, procuratore di Giaccherini

“Napoli-Real è stata un’esperienza non da poco. Ha capito l’esclusione ed è ovvio che eta un po’ deluso, ma è normale che sia così anzi sarebbe preoccupante il contrario. Ogni giocatore avrebbe voluto essere protagonista in quel Napoli-Real e non essere nei 18 convocati per il match col Real è stato un momento di delusione, ma non c’è nessuna incomprensione o frizione col l’allenatore anzi. Giaccherini è un professionista e non mette in discussione l’operato di Sarri, ci mancherebbe.

Zerbin? Siamo molto contenti di come si sia inserito a Napoli e non solo sul piano sportivo. Non era banale e scontato e invece siamo felici. A volte ha poca cattiveria, ma ha capacità tecniche incredibili, ma per fare l’attaccante puro deve essere maggiormente determinato sotto porta”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti