Napoli, Callejon: ”Un San Paolo pieno per battere la Juve”

NAPOLI – La pausa è stata quasi necessaria. Il Napoli ha spinto molto sull’acceleratore nell’ultimo mese e mezzo quindi adesso può rifiatare per qualche giorno. A Castel Volturno è rimasto pure Josè Maria Callejon, il più impiegato da Maurizio Sarri. Il ct della Spagna Lopetegui stavolta non l’ha convocato. “A me ovviamente fa sempre piacere far parte della nazionale – ha spiegato lo spagnolo in un’intervista a Kiss Kiss -, ma non è mai facile perché ci sono tanti giocatori importanti. Continuerò a lavorare per meritarmi la chiamata, ma sono contento di quanto sto facendo”.

Se lo gode allora Maurizio Sarri che lo ritiene indispensabile per il suo Napoli. Arriverà alla doppia sfida con la Juve riposato. “Sono due appuntamenti importanti. Ovviamente adesso pensiamo alla sfida di campionato. Non possiamo permetterci passi falsi perché vogliamo il secondo posto in classifica. Non dimentichiamo neanche la Coppa Italia che resta un nostro obiettivo”. Callejon fa un appello ai tifosi. “Abbiamo bisogno del loro sostegno. Il San Paolo pieno sarà fondamentale”.

Il parametro di riferimento è il primo tempo del match col Real Madrid: “E’ stato il migliore della stagione. Tanti giocatori del Real sono stati impressionati dalla nostra prestazione. Purtroppo in questi scontri ad alto livello, sono i dettagli a fare la differenza e noi nella ripresa non siamo riusciti a ripeterci”. Il Napoli, a dire il vero, non è nuovo ai blackout mentali. Gli azzurri hanno rischiato pure con l’Empoli. “Dobbiamo avere sempre l’approccio giusto. I nostri avversari hanno segnato il 3-2 e nel finale ci hanno spaventato. Serve sempre la testa giusta”. Solo così si potrà lottare con determinazione per lo scudetto. “Sarebbe bello vincerlo un giorno. E’ il nostro sogno e noi ci proveremo tutti gli anni. Finora ci è riuscito solo Maradona. Il Napoli deve avere la consapevolezza di essere una squadra forte che può giocarsela con tutti”.  Il tridente dei ‘piccoletti’ è l’arma in più. “Ma io tanto basso non sono – sorride Callejon – scherzi a parte, io, Insigne e Mertens abbiamo una grande intesa. Sappiamo sempre cosa vuole l’altro”.

LA SQUADRA A CASTEL VOLTURNO – Sarri sta diversificando gli allenamenti. Dopo il basket, il gruppo si è cimentato anche in mini-partite di rugby. Pepe Reina ha cominciato le sue terapie. E’ già rientrato Kalidou Koulibaly: il difensore – in campo nell’1-1 contro la Nigeria, nel test disputato a Londra – non disputerà la seconda amichevole del Senegal e quindi è a disposizione di Sarri. “Il mio futuro in Inghilterra?  Un giorno mi piacerebbe giocare in Premier – ha detto ai microfoni di Talksport – ma io ora devo tornare a Napoli. Nessuno conosce cosa accadrà, ora sono concentrato sul Napoli e poi vedremo cosa farò nella prossima stagione. Credo di restare in azzurro, ma è presto per parlarne”.

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
josè maria callejon

Fonte: Repubblica

Commenti