Sassuolo, Di Fra: “Annata così, colpa nostra”

“Molto bene nel primo tempo, poi abbiamo preso gol e siamo andati in bambola perché ci siamo piaciuti troppo. In questa stagione nulla ha girato per il verso giusto. Berardi è tornato al gol? Dopo la rete ha ricominciato a giocare come sa fare lui e potrebbe essersi sbloccato definitivamente”, ha detto il tecnico

Il ritorno al gol di Berardi non è bastato, la Lazio ha vinto 2-1 al Mapei Stadium contro il Sassuolo. Decisiva l’autorete segnata da Acerbi dopo il momentaneo pareggio di Immobile. I neroverdi di Eusebio Di Francesco rimangono così a quota 31 punti in classifica, in attesa di incontrare nel prossimo turno l’Atalanta a Bergamo. Nel post partita un rammaricato Di Francesco ha analizzato così il match e il risultato finale ai microfoni di Sky Sport: “Alla fine ero arrabbiato con me stesso perché una partita del genere, dove nel primo tempo eravamo avanti dopo aver fatto bene così com’era già successo a Roma tra l’altro, sapevo che poi le partite quando non le fa girare nel modo giusto e non approfitti della situazione poi le paghi e vieni punito”.

Episodi sfortunati –
“Abbiamo sofferto perché siamo stati troppo leggeri, può essere un problema mentale però quando vieni da tante sconfitte in casa può capitare; comunque ho visto una squadra aggressiva, con voglia di fare bene che ha messo in grandissima difficoltà la Lazio. Nel finale poi abbiamo sfiorato anche il pareggio con Pellegrini e questo ci fa capire ancora una volta che questa è un’annata particolare dove nulla gira nel modo giusto; le colpe però sono solo nostre. Non sappiamo gestire bene determinate gare e nel primo tempo – quando siamo andati in vantaggio giocando in maniera verticale – ci siamo sentiti un po’ troppo bravi a palleggiare e così abbiamo perso qualche palla di troppo rischiando molto. Noi abbiamo altre qualità, non siamo una squadra di primo livello e in alcuni modi possiamo fare del male a tutti; però nel primo tempo secondo me ci siamo sentiti troppo bravi ad un certo punto e abbiamo rischiato di rovinare già tutto nei primi 45 minuti. Abbiamo comunque fatto una prestazione ottima e quando le cose non vanno e continua ad esserci un pizzico di sfortuna in alcune situazioni finisce che poi perdi la gara per un autogol”.

Berardi ritrova il gol – “Se qualcuno si ricorda qualcosa che ha girato a favore nostro, bene. Io sinceramente non me lo ricordo, faccio fatica… Berardi è tornato al gol, lui vive per il gol e ha sempre inciso molto per noi, è determinato ma purtroppo non ha portato i tre punti alla squadra con la sua rete. Però è un ragazzo che dopo questo tipo di soddisfazione ha ricominciato a giocare come sa fare lui e potrebbe essersi davvero finalmente sbloccato dal punto di vista mentale. L’aspetto psicologico è importante, quando abbiamo subito il pareggio siamo andati in bambola; ma è normale perché la mia squadra è formata da ragazzi. Determinati errori fanno crescere il gruppo. Ci sono state tante componenti che hanno condizionato la nostra stagione, tanti arrivano da un infortunio e non hanno ancora i 90 minuti nelle gambe, tanti altri sono venuti a mancare in momenti decisivi e ho dovuto buttare nella mischia giocatori non ancora pronti; Purtroppo in questo ambiente il risultato conta tantissimo e il gioco ottimo che ci farebbe meritare qualcosa di più non serve a nulla”.

Fonte: SkySport

Commenti