Inter-Samp: Pioli sceglie Joao Mario. C’è Schick

Solito dubbio per l’allenatore nerazzurro che alla fine dovrebbe scegliere il portoghese nel ruolo di trequartista, con Banega ancora stanco dopo la trasferta con la sua Argentina. In mezzo conferma per la coppia Kondogbia-Gagliardini. Giampaolo si affida a un 4-3-2-1, ritrova Viviano e deve ancora sciogliere qualche dubbio per quanto riguarda il trequartista: Alvarez, Praet e Linetty per una maglia

INTER-SAMPDORIA, LE PROBABILI FORMAZIONI

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi; Gagliardini, Kondogbia; Candreva; Joao Mario; Perisic; Icardi. All. Pioli

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Silvestre, Skriniar, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Alvarez; Quagliarella, Schick. All. Giampaolo

Qui Inter – Nelle ultime sedute di allenamento Pioli ha provato in più occasioni Brozovic al fianco di Gagliardini e Joao Mario nei tre alle spalle di Icardi, alla fine il tecnico dovrebbe optare per una difesa a quattro con D’Ambrosio (reduce dall’esordio in Nazionale) insieme ad Ansaldi sulle fasce e la coppia sudamericana Medel-Miranda al centro; davanti la cerniera di centrocampo dovrebbe essere composta da Gaglairdini – altro giocatore lanciato da Ventura nella partita contro l’Olanda – insieme a Kondogbia, che ha trovato il gol dell’ultima partita a Torino contro la squadra di Mihajlovic. Davanti a loro due, reparto offensivo composto da Candreva, Joao Mario (preferito dunque a Banega) e Perisic. Unica punta il grande ex Mauro Icardi, che vuole continuare a migliorare il suo rendimento nella classifica dei marcatori. Sono attualmente 20 le reti segnate fino a ora dall’argentino, tre in meno di Belotti e Dzeko.

Qui Sampdoria – Di fronte i nerazzurri avranno un gruppo che vuole cancellare l’ultima sconfitta interna contro la Juventus mostrando ancora di essere in forma e di poter stupire così com’era accaduto all’andata, quando ad imporsi era stata proprio la formazione blucerchiata con un gol segnato da Quagliarella. Giampaolo ritrova Viviano in porta e conferma una 4-3-1-2 con la difesa composta da Sala, Silvestre (anche lui ex), Skriniar e Regini. A centrocampo presenti Berretto, Torre e Linetty. Il ballottaggio principale è sulla trequarti dove Alvarez – nerazzurro dal 2011 al 2014 – sembra in vantaggio su Bruno Fernandes e Praet; quest’ultimo potrebbe anche essere un’alternativa a Linetty come mezz’ala. Senza Muriel, infortunatosi con la sua Colombia e alle prese con il programma di recupero, i blucerchiati davanti si affideranno a Quagliarella (che in settimana ha lavorato a parte ma che è completamente recuperato) e a Schick: quest’ultimo sarà osservato speciale anche in tema mercato e Giampaolo si è convinto a concedergli una maglia da titolare dopo le tante occasioni avute solo a partita in corso. La speranza del tecnico della formazione ligure – come ha lui stesso detto in conferenza stampa – è che Schick possa trovare le giuste motivazioni sin da subito ed essere decisivo come quando entra dalla panchina.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 209 volte