Champions, Monaco in semifinale. Borussia ko 3-1

Il Monaco vola in semifinale (Foto Getty)

Mbappé, Falcao e Germain trascinano i monegaschi in semifinale. L’ultima volta ci erano riusciti nel 2003-2004, quando fu poi il Porto di Mourinho in finale a trionfare. Inutile per gli ospiti la rete di Reus; eliminate tutte le tedesche ai quarti, non accadeva da 8 anni

Il Monaco torna principesco. La squadra di Jardim batte 3-1 il Borussia Dortmund e conquista la semifinale di Champions, a 13 anni di distanza dall’ultima volta. Ci si attendeva un incontro ad alto tasso tecnico, ma quello che va in scena allo “Stade Louis II” riesce addirittura a superare le aspettative. Bastano infatti solo 150 secondi per sbloccare il punteggio: progressione da sinistra verso il centro di Mendy conclusa da un violento sinistro, Burki non riesce a trattenere e Mbappé sulla ribattuta non perdona. Monaco avanti e per l’enfant prodige sono 5 i centri in Champions. Il Borussia prova subito a reagire ma il destro di Reus è troppo centrale per far male a Subasic. Neanche il tempo di respirare e sull’altro versante il Monaco va vicino al raddoppio con Bernardo Silva che non riesce ad angolare il colpo di testa. Ci riprova il Dortmund ma ci si mette anche la sfortuna: il sinistro su calcio di punizione di Sahin si stampa infatti sul palo prima di spegnersi sul fondo. In tutto questo siamo solo al quarto d’ora. Entrambe giocano bene ma a fare la differenza è il cinismo. Il Monaco sbaglia infatti meno sotto porta e con Falcao sigla il 2-0. Preciso il cross di Lemar e perfetto il colpo di testa del colombiano, che piega le mani di Burki e ipoteca il passaggio del turno. Tuchel prova a correre ai ripari e inserisce Dembelè al posto di Durm, in preda agli incubi per le continue discese sulla fascia sinistra di Mendy. Il cambio permette alle due squadre di tirare un po’ il fiato. I tedeschi provano con pazienza a rimettere in discussione la qualificazione ma peccano nell’ultimo passaggio, consentendo ai biancorossi di andare al riposo sul doppio vantaggio.

La seconda frazione di gioco si apre così come era cominciato il primo tempo: con un gol. Questa volta è la compagine giallonera a colpire con Reus che sfrutta benissimo la cavalcata di Dembelé sull’out di destra. La formazione di casa reagisce subito con Mbappé prima e Touré poi, ma non riesce a concretizzare nessuna delle due opportunità. La capolista della Ligue 1 continua a spingere per provare a chiudere il match ma né Falcao né il solito Mbappé riescono a dare il colpo del ko. Jardim regala la standing ovation a entrambi inserendo Dirar e Germain ed è proprio quest’ultimo a mettere il sigillo finale su partita e qualificazione con un contropiede letale nato su errore di Piszczek. Il Borussia recrimina sicuramente per la gara d’andata, giocata in condizioni psicologiche non ideali, ma deve rimproverarsi per aver sottovalutato gli avversari, in particolare Mbappé, destinato a diventare una delle stelle principali del calcio mondiale.

Fonte: SkySport

Commenti