Nicchi: “VAR già dal prossimo anno in Serie A”

Marcello Nicchi, presidente AIA (fonte Getty)

Quella di oggi è stata una giornata importante per il calcio italiano. Nel Consiglio Federale della FIGC, infatti, si è provveduto alla nomina del presidente Carlo Tavecchio nel nuovo ruolo di commissario della Lega di Serie A.

E questa è stata l’occasione per parlare anche del futuro del nostro calcio, anche in materia arbitrale. Al termine del Consiglio Federale, infatti, è intervenuto Marcello Nicchi. L’attuale presidente dell’Associazione Italiana Arbitri ha parlato dell’innovazione della tecnologia per aiutare i nostri direttori di gara e limitare, già dalla prossima stagione, gli errori arbitrali. E’ proprio questa la novità. Infatti, secondo quanto dichiarato da Marcello Nicchi, l’introduzione della VAR (Video assistant referee) sarà anticipata di un anno. Non si partirà, quindi, dalla stagione 2018/2019, bensì già da quella 2017/2018. “La notizia e’ questa: con la VAR partiamo dalla prima giornata di campionato del prossimo anno, anticipando quindi di una stagione. Aspettiamo l’autorizzazione dell’International Board”.

Novità che sarà introdotta quindi in campionato. Fallito, invece, il tentativo di sperimentare la VAR già dalla finale di Coppa Italia tra Juventus e Lazio. Qualche settimana fa, infatti, Nicchi dichiarò: “C’è un protocollo preliminare con una fase di sperimentazione che prosegue a livello internazionale. Non so se ci vorrà ancora un anno. Noi siamo pronti sia a livello burocratico che tecnico, aspettiamo le decisioni dell’International Board. Vorrei sperimentare il Var per la prossima finale di Coppa Italia, vediamo cosa si potrà fare”. Questa mattina, invece, c’è stato il dietrofront: “Per la finale di Coppa Italia non ci sarà”. Niente VAR, quindi, per Lazio-Juventus. La vera novità riguarda il campionato, con l’intenzione di introdurre la tecnologia già dalla prima giornata della prossima stagione. E, insieme a Marcello Nicchi, proprio per parlare di quest’argomento, al Consiglio Federale era presente anche Roberto Rosetti. L’ex arbitro, infatti, è il responsabile del progetto italiano della Video assistant referee.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 200 volte