ALTRI SPORT & VARIE

Empoli, Martusciello: ”A San Siro la stessa rabbia di Firenze”

Empoli, Martusciello: ''A San Siro la stessa rabbia di Firenze''Giovanni Martusciello (lapresse) EMPOLI –  “A Firenze abbiamo messo un prestazione di spessore e di solidità. Dobbiamo continuare ad avere la stessa rabbia e determinazione”. Giovanni Martusciello ci ha preso gusto e, dopo la bella vittoria nel derby toscano a Firenze (autentica boccata d’ossigeno per la salvezza), cerca un altro colpaccio, questa volta a San Sito di fronte al Milan di Montella.

“SETTIMANA BELLA E IMPORTANTE” – Il successo al Franchi ha portato, oltre a 3 punti d’oro, anche serenità e ottimismo. La conferma di Martusciello: “E’ stata una settimana dove un po’ più di brio c’è stato, i risultati positivi ti portano ad avere reazioni differenti, è stata una settimana bella e importante. A volte in questa stagione ci siamo persi in un bicchier d’acqua, ma con la Fiorentina siamo stati bravi”. Non sarà tuttavia facile contro un Milan in piena corsa Europa League: “”Ci confrontiamo contro una squadra superiore sotto l’aspetto della personalità e della qualità, che porta dentro i concetti che gli ha passato il suo allenatore. A parte qualche passaggio a vuoto hanno sempre dimostrato di saper giocare a calcio. Noi però stiamo assaporando un bel momento, la squadra sa di poter fare qualcosa di importante e questo entusiasmo lo dobbiamo sfruttare. Sarà determinante riproporre la stessa identità, dobbiamo cercare di alzare i ritmi, quando abbiamo la palla e quando non l’abbiamo, a Firenze siamo stati bravi quando abbiamo perso palla a recuperarla”.

“CHE PAURA PER BUCHEL, MA STA BENE” – Venerdì è stato un giorno di grande apprensione per Marcel Buchel, colpito da un malore durante l’allenamento. Martusciello racconta l’episodio, rassicurando tutti sulle condizioni del centrocampista: “Sono quelle cose che si vivono con terrore e partecipazione – racconta il tecnico azzurro  – , oltre all’aspetto affettivo, quando un essere umano vede cose del genere resta molto impressionato. Sono stati attimi concitati, siamo passati dall’esaltazione del gioco a momenti drammatici. Fortunatamente è rientrato tutto. Questo ci deve far capire che il nostro lavoro rimane un gioco, la cosa di ieri ci ha portato a capire che bisogna vivere i momenti di felicità senza andare dietro a preoccupazioni e paure. Ci fa tornare coi piedi a terra. Fortunatamente Marcel sta bene e comunque questa è la cosa più importante”.

empoli calcio

serie A
Protagonisti:
giovanni martusciello

Fonte: Repubblica

Commenti