Genoa, Juric: “Juve il top ma sono fiducioso”

Ivan Juric, allenatore del Genoa (foto GenoaCfc.it)

“Il punto con la Lazio è stato importante per l’autostima, ora bisogna proseguire su questa strada – ha detto il tecnico rossoblù – i bianconeri si affrontano con lo stesso atteggiamento di sempre, con grinta, forza e impegno, ma sappiamo che sono i più forti”

Dopo il pareggio contro la Lazio nel giorno del ritorno in panchina di Juric, il Genoa si prepara ad affrontare la Juventus. Allo Stadium, contro l’avversario più complicato, i rossoblù proveranno a tornare a vincere anche se l’allenatore dei genovesi sa che la gara sarà molto complicata. L’ha detto lui stesso nella conferenza stampa della vigilia, durante la quale ha presentato così la sfida contro la formazione di Allegri: “La Juventus si affronta con lo stesso atteggiamento con cui andremo incontro alle prossime partite, con grinta, forza e impegno, ma anche con la consapevolezza di incontrare i migliori. Il punto con la Lazio è stato importante per l’autostima, ora bisogna proseguire su questa strada”.

Avversario e formazione

“Non credo che la Juve sia già proiettata alla gara di Champions, hanno una mentalità vincente e sono il top in Italia e in Europa. Non sarà facile affrontarla. Formazione? Ntcham sostituirà Rigoni che è squalificato e credo che gli darò maggiore libertà offensiva. Rispetto all’andata ci mancano alcuni giocatori, però voglio una squadra motivata capace di giocare con il cuore e pressare a tutto campo. Credo in Pandev che è un giocatore che sa gestirsi, certo non può fare più quello che faceva cinque anni fa, ma è un elemento che può darci grande esperienza. Per Veloso procediamo passo dopo passo, con la Lazio ha fatto una sessantina di minuti un po’ tirati, speriamo possa ritrovare la piena conduzione. Cataldi sta crescendo, ha personalità è giusti mezzi: ha grandi probabilità di giocare contro i bianconeri. Ninkovic? Lo tengo in considerazione, si allena bene e lo tengo in considerazione; potrebbe giocare a gara in corsa”.

“Fiducioso di poter fare una buona partita”

E ancora: “Lamanna? Si è trovato in difficoltà e qualche errore di troppo lo ha condizionato. Io l’ho visto bene. Ho fiducia in lui. Quando sono tornato qui ho visto giocatori che avevano voglia di riprendere il cammino interrotto a gennaio e questo mi ha dato grandi sicurezze. Se crediamo di poter battere la Juve? Si gioca a calcio, deve girare tutto bene, ma sono fiducioso di poter fare una buona partita”. Infine, su Morosini: “E’ out per un problema alla caviglia”.

Fonte: SkySport

Commenti