Milan, Montella: “Futuro? Progetti importanti”

“Io e i nuovi dirigenti ci stiamo conoscendo, i programmi sono importanti e stiamo facendo delle valutazioni. Contratto? Non ne abbiamo parlato, ma non c’è bisogno. Ci sono progetti importanti, ma io vorrei pensare solo alla gara di domani ed anche il nuovo management vuole che l’attenzione sia solo sulla gara con l’Empoli. Negli ultimi giorni ci sono stati dei cambiamenti, ma in questo passaggio di proprietà tutti sono stati perfetti: dobbiamo essere bravi come lo siamo stati finora e pensare solo al campo. Io e Mirabelli a Monaco? Siamo andati a vedere una partita insieme per conoscerci. Mercato? Io non voglio fare una lista, ci sarà un budget, si sta scegliendo un metodo di gioco e in base a questo si cercheranno rinforzi che possano essere utili. Il modulo potrebbe cambiare, ma non il metodo, cioè quello che voglio fare in campo. Ruolo da manager? Io voglio solo allenare e pensare al campo, se vengo coinvolto dico il mio punto di vista, ma altrimenti non credo sia giusto. Mi sembra ci siano tutte le componenti per far bene. Aubameyang e Mbappè? Sono entrambi ottimi giocatori”, parla così Vincenzo Montella nel corso della conferenza stampa che precede la sfida di campionato con l’Empoli a San Siro.

“Dimentichiamo l’euforia del derby”

“L’Empoli ha grande organizzazione, arriva dalla bella vittoria contro la Fiorentina e quindi troveremo una squadra più convinta rispetto a dieci giorni fa. Sarà una partita delicata, dobbiamo dimenticare l’euforia del derby e restare concentrati per tutta le gara. Io sono cresciuto a Empoli, ho tanti amici, sono diventato calciatore lì: quindi c’è un legame molto stretto. Le prossime due partite per noi saranno fondamentali: dovremo arrivarci con entusiasmo, impegno e determinazione. Dobbiamo vincerle entrambe. Con la Roma e l’Atalanta sono gare che si preparano da sole. In settimana ho visto comunque la squadra presente, molto coinvolta: tutti stanno bene e quindi sono convinto che faremo un grande finale di stagione. Polemiche che arrivano da dirigenti di altre squadre? Non commento”, le parole in conferenza stampa dell’allenatore del Milan Vincenzo Montella alla vigilia della sfida con l’Empoli.

Torna Montolivo

“Potrei convocare Montolivo domani: ne ho parlato anche con ieri con lui, credo sia quasi pronto; mentre Bertolacci è un po’ indietro anche se dovrebbe tornare in gruppo la prossima settimana. Ho visto comunque la squadra presente in settimana, bisogna pensare solo a queste partite. Bacca? Si parla troppo di lui. E’ un giocatore importante come ce ne sono altri nel Milan. Da lui ci aspettiamo i gol, ma non è che quando non segna vuole dire che ha fatto male. Penso che la partita con l’Empoli la deciderà lui. Mati? Lo conosco bene, dà sempre il massimo e quando sta bene è un giocatore completo che a me piace molto, nel derby ha fatto una grande partita”, ha affermato Montella. “Inter? Tutta questa rivalità io non la sento, è ovvio che ci sia un po’. Dal punto di vista della società non so che rapporti ci siano. Con Pioli c’è stato uno scambio di battute sul recupero e sul blasone, ma c’è un ottimo rapporto e mi dispiace che Stefano se la sia presa per la mia battuta. Lo capisco, è brutto pareggiare all’ultimo minuto”, ha proseguito Montella. Che poi ha risposto così ad una domanda sulla vecchia dirigenza: “Berlusconi non l’ho sentito, mente Galliani e Maiorino li ho sentiti dopo il derby. Galliani l’ho incontrato per caso al ristorante e mi ha detto che domani potrebbe venire allo stadio”.

Fonte: SkySport

Commenti