Il Milan spreca, l’Empoli no: vince a San Siro 2-1

MILAN-EMPOLI 1-2

40′ Michelidze (E), 67′ Thiam (E), 72′ Lapadula (M)

Sarebbe stata l’occasione per scrollarsi di dosso l’Inter e per mettere più al sicuro un posto in Europa. Le altre corrono e il Milan, come i nerazzurri, si ferma. Si ferma dando l’impressione di mettercela tutta di fronte a un Empoli che blinda di fatto la permanenza in serie A guadagnando punti pesanti al termine di un 2-1 a San Siro ottenuto con merito.

Montella sceglie Lapadula per Bacca

Scelta un po’ a sorpresa per quanto riguarda l’attacco del Milan, l’allenatore rossonero preferisce Lapadula a Bacca mentre riconferma i fantasisti Deulofeu e Suso. Il Milan parte bene con il solito piglio e la voglia di costruire il gioco da dietro. L’Empoli è timoroso all’inizio, stenta ad aggredire e subisce l’iniziativa rossonera. Con il passare dei minuti il Milan prende campo e innesca in tre occasioni il sinistro di Suso che, tuttavia, è sempre costretto a calciare verso la porta di Skorupski da distanza proibitiva. Il Milan non incide e allora l’Empoli prende coraggio. El Kaddouri dalle parti di Calabria è una spina nel fianco della difesa rossonera, costringe Sosa al fallo e al giallo e a giocare una gara condizionato dall’ammonizione. Al 40′ il Milan si fa sorprendere sugli sviluppi di un angolo: Michelidze sovrasta Zapata e batte Donnarumma.

La reazione e il rigore sbagliato

Montella non cambia le carte a inizio ripresa e il Milan riparte spingendo sull’acceleratore. Suso continua a calciare dalla distanza senza esito e Pasalic si guadagna un calcio di rigore per fallo di Skorupski dopo che lo stesso portiere dell’Empoli aveva evitato il pari con una gran parata. Il sinistro di Suso è innocuo, il tiro centrale e Skorupski si erge a eroe di giornata. Il Milan è tutto in avanti, la difesa non legge alla perfezione un cross dalla destra, la sponda empolese trova Thiam in posizione regolare per il gol che sembra chiudere il match.

Il gol e gli ultimi minuti di fuoco

Il Milan non si da per vinto, entrano Bacca e Ocampos (nel finale anche Honda), e i rossoneri ripartono a testa bassa. Un’azione personale di Lapadula permette all’ex Pescara di segnare il suo sesto gol in campionato e di rimettere in gara il Milan. Un calcio di punizione indiretto in area viene sprecato dagli uomini di Montella e gli ultimi minuti restano caotici e a vantaggio della difesa empolese, Ocampos colpisce la traversa e il Milan fallisce il pareggio. Vince, con merito, l’Empoli, il Milan se la giocherà fino in fondo per tornare a respirare aria di calcio internazionale.

Fonte: SkySport

Commenti